Il Texas travolto dall’emergenza gelo. Cittadini senza luce né acqua. È stato di calamità

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
EuoTp4oXEAUWvg0

Almeno 70 morti negli Stati Uniti per la tempesta di neve e freddo eccezionale. Tra gli Stati più colpiti il Texas. Manca l’elettricità, a milioni di persone è stato consigliato di bollire l’acqua prima di berla: non è sicura a causa dei danni alle tubature. Il gelo ha mandato in tilt la rete elettrica dello stato lasciando al buio milioni di persone e privandole dell’acqua potabile Il presidente Usa, Joe Biden, ha approvato la dichiarazione di stato d’emergenza per il Texas, per via della crisi provocata dall’ondata di gelo e ha ordinato all’assistenza federale di contribuire agli sforzi statali e locali nelle aree colpite”. Lo ha reso noto la Casa Bianca in una nota. Con la dichiarazione di ‘major disaster’ la Casa Bianca mette a disposizione dello Stato del Texas, delle amministrazioni locali e di determinate Ong le risorse federali per alloggi temporanei, riparazioni di edifici, prestiti agevolati per le proprietà danneggiate e non assicurate e altri programmi di aiuto al business e ai privati per riprendersi dalle conseguenze del disastro.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Chi combatte la mafia in prima linea deve essere protetto

«Mettersi alla guida dopo consumato alcol è irresponsabile e non

Patrizia Baffi, consigliere lombardo di Italia Viva eletta tra le

Nell’ultimo mese assistiamo ad Hong Kong ad una escalation di

Le parole di Vito Crimi sono sagge, responsabili e condivisibili:

Gli investitori hanno dato credito alle indiscrezioni secondo cui la

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.