Intitolare a Giuseppe Verdi il Centro paralimpico di Villanova sull’Arda

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
sport

Sport. Lega: intitolare a Giuseppe Verdi il Centro paralimpico di Villanova sull’Arda

Risoluzione a prima firma del capogruppo Matteo Rancan al fine di mantenere l’intitolazione a Giuseppe Verdi per il nascituro Centro nazionale paralimpico del Nord Italia che sorgerà nell’area dell’Ospedale di Villanova sull’Arda

“Intitolare anche il nuovo Centro nazionale paralimpico del Nord Italia, che sorgerà a Villanova sull’Arda, al Maestro Giuseppe Verdi, che, grazie esclusivamente al suo impegno finanziario, fondò lo stesso Ospedale di Villanova sull’Arda nel 1888, rimarcando così l’importanza storica, sociale e culturale della struttura e l’impegno umanitario del celebre compositore italiano”.

E’ questa la richiesta contenuta nella risoluzione della Lega a prima firma del capogruppo Matteo Rancan e sottoscritta anche dai colleghi Fabio Rainieri, Emiliano Occhi e Valentina Stragliati. Nell’atto di indirizzo presentato, viene ripercorsa la storia dell’ospedale di Villanova sull’Arda che, grazie “all’impegno sociale e umanitario di Giuseppe Verdi, fu inaugurato nel 1888 come struttura destinata ai poveri della zona”.

Come stabilito dal piano di riorganizzazione e sviluppo della sanità piacentina del marzo 2017, le attività attualmente svolte nel nosocomio di Villanova sull’Arda (neuroriabilitazione, unità spinale e riabilitazione delle gravi disabilità infantili e dell’età evolutiva) verranno trasferite e potenziate nella nuova struttura dell’ospedale di Fiorenzuola d’Arda, mentre risale al 2019 il protocollo d’intesa con cui è stata sancita la trasformazione da struttura sanitaria a moderno e innovativo Centro nazionale paralimpico del Nord Italia per l’intera struttura dell’ospedale di Villanova sull’Arda.

Il mantenimento dell’intitolazione al celebre compositore concludono i leghisti, “rimarcherebbe quindi l’importanza storica, sociale e culturale della struttura e l’impegno umanitario del celebre Maestro”.

(Luca Boccaletti)

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

La fiera virtuale GECO mette al centro il tema della

Il presidente eletto Joe Biden dovrebbe nominare il generale in

Questa decisione, comunicatami dal Commissario Ue per il lavoro e

Se il Bologna non ha problemi di classifica e può

“Gli italiani meritano uno Stato che funziona e una politica

La Fifa ha un nuovo capo dello sviluppo mondiale del

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.