L’Italia supera agevolmente Israele e vola in Inghilterra alla fase finale dei prossimi Europei

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
femminile

Missione compiuta: l’Italia asfalta Israele con un roboante 12-0 e conquista la qualificazione diretta ai prossimi Europei femminili che si disputeranno tra un anno e mezzo in Inghilterra. Le Azzurre dovevano vincere segnando due reti per accedere a UEFA Women’s Euro 2022 e quella che era la preoccupazione della vigilia è svanita nell’arco di quattro minuti di gioco, giusto il tempo di mandare a segno Giacinti e Bonansea, e di godersi appieno il perfetto tardo pomeriggio fiorentino dal sapore primaverile. Al festival del gol si sono poi aggiunte Girelli, Salvai, Rosucci, Caruso, Sabatino (doppietta) e Giugliano, con il tabellino dei marcatori che è stato poi completato dalla sfortunata autorete di David e dal secondo sigillo di Bonansea.

“Siamo felici, l’Europeo sarà una tappa importante per questo splendido gruppo e per tutto il movimento – queste le parole della Ct Bertolini subito dopo il fischio finale – Le ragazze hanno approcciato la partita nel migliore dei modi e tutte insieme si sono regalate questo bellissimo sogno. Avevamo un girone difficile, non era scontato ottenere la qualificazione diretta. Ci siamo riuscite con merito”.

“Azzurre straordinarie!”. Così il presidente federale Gabriele Gravina ha salutato la qualificazione diretta ai prossimi Europei. “Si tratta – ha continuato il numero uno della Federazione – di un altro importante traguardo raggiunto, che premia il lavoro della Ct Bertolini, di tutto il gruppo e della FIGC, che sta investendo e che continuerà a investire molto nel calcio femminile. Rappresenta un volano eccezionale per l’intero movimento”.

La partita. Difficile immaginare un inizio migliore per le Azzurre, che dopo appena 4 minuti e 12 secondi di gioco concretizzano l’obiettivo prefissato nel prepartita, ovvero realizzare due reti per lanciarsi verso la fase finale dell’Europeo in Inghilterra. Al 3’ Giacinti è brava a sfruttare un assist di Bergamaschi e a battere Rubin con un preciso rasoterra, mentre due minuti più tardi Bonansea approfitta di una sponda aerea di Giacinti e di un clamoroso errore dello stesso estremo difensore israeliano per andare sul doppio vantaggio: 2-0 e tutto estremamente facile, tanto che al 13’ ancora Giacinti mette in cassaforte la qualificazione con un colpo di testa sul perfetto invito di Cernoia dalla destra.

Le israeliane sono completamente in balia del gioco azzurro, incapaci di reagire e di arrivare quantomeno sulla trequarti azzurra. Al 19’ David, terrorizzata dal pressing italiano, appoggia al proprio portiere, trovando – ahilei – l’angolino basso della propria porta: dopo nemmeno venti minuti di gioco il tabellone luminoso segnala un impietoso 4-0 nel punteggio. Al minuto 29 Salvai concede a Rubin una piccola soddisfazione, con il portiere ospite bravo a mettere in angolo un suo colpo di testa. Ma è solo un lampo nel cielo completamente azzurro e sul calcio d’angolo successivo si iscrive anche Girelli alla sagra del gol, anticipando lo stesso portiere avversario su assist dalla bandierina di Cernoia (5-0).

Poco prima dell’intervallo (44’ pt) Salvai svetta e di testa realizza il 6-0, lo stesso punteggio che sarebbe servito per andare in Inghilterra nel caso Finlandia e Portogallo avessero pareggiato il loro incontro di qualificazione. Missione compiuta anche con i ‘se’… e in pieno recupero Rosucci realizza dal dischetto il 7-0 con cui si chiude un primo tempo dai toni quasi surreali per la supremazia azzurra sul terreno di gioco.

Al 9’ del secondo tempo arriva il timbro – sempre dal dischetto – di Sabatino, entrata a inizio ripresa al posto di Girelli, mentre al 21’ Caruso trova il primo gol in maglia azzurra superando il portiere avversario con un grande colpo di testa su assist della solita Cernoia. L’Italia si diverte e sulle ali dell’entusiasmo continua a regalare spettacolo e grandi giocate: al 25’ Bonansea, dopo una serpentina sull’out di sinistra, serve a Sabatino la palla del 10-0, l’attaccante viola supera Rubin senza problemi realizzando così la sua seconda rete della serata.

A proposito di doppiette, sul finire di gara arriva il bis di Bonansea, brava a finalizzare un’azione corale partita dai piedi e dalla corsa di Glionna, e qualche secondo prima del 90’ c’è gloria anche per Giugliano che fissa il risultato sul 12-0. Dopo il fischio finale, sul prato del ‘Franchi’ – come avvenuto nel giugno 2018 in occasione della gara con cui Gama e compagne si garantirono la partecipazione ai Mondiali francesi – le Azzurre possono finalmente festeggiare la qualificazione ad EURO 2022.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Sottoscritto, oggi a Venezia, il protocollo regionale per il contrasto

Recentemente avevamo presentato il progetto Savager di Arpa Lombardia, un

SIENA – Dopo l’apertura dei musei cittadini la cultura senese

La penna è di quelle davvero importanti: parliamo della giornalista

“L’Agenzia delle Entrate, in un momento così difficile per imprese

Mi auguro non si perda altro tempo sul terreno delle

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.