Vitalizi, Zanda: “Taglio è decisione pessima, bene se viene corretta”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
Zanda.

“Io non conosco la decisione se non per le notizie data dalla stampa. Ma posso dire che ho sempre considerato le decisioni prese tempo addietro, sui vitalizi e le pensioni dei parlamentati come decisioni pessime e quindi tutto quel che viene per correggerle per me è positivo”. Luigi Zanda, senatore ed ex-tesoriere Pd, parla così all’Adnkronos della vicenda vitalizi.

Misure, sottolinea il senatore, “fatte veramente con una intenzione di disprezzo del Parlamento e di demolizione delle prerogative parlamentari. E non solo. Si sono colpite le persone, si sono quasi messi alla fame ex-parlamentari leali con la Repubblica e che hanno dedicato gran parte della loro vita a servire il potere legislativo”.

Senatore Zanda, il Pd però la pensa diversamente da lei e anche il segretario Nicola Zingaretti, ma oggi Matteo Salvini ha parlato di “lacrime di coccodrillo” dei dem visto che lei avrebbe voluto, appena un anno fa, aumentare le indennità di parlamentari… “Una falsa notizia. Il mio ddl diminuiva di circa mille euro l’indennità parlamentare. Su questa questione ho già un vertenza aperta con l’onorevole Luigi Di Maio che dovrà rispondere in tribunale. Quanto a Matteo Salvini, che dire? Sono dichiarazioni poco serie di persone non documentare che parlando di questioni che non conoscono e che non hanno approfondito, vogliono solo colpire gli avversari politici”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Due giovani amici hanno perso la vita ieri sera in

GENOVA – I saldi invernali in Liguria inizieranno il prossimo

“Credo non ci sia alcuna probabilità che il premier Giuseppe

Esposizione fino al 29 settembre al Museo Casa Galimberti CUNEO

Maltempo : ancora frane, migliora la situazione dei fiumi, ancora

Uno dei motivi per cui decisi di accettare l’invito a

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.