Magneti Marelli, nuova gestione straniera: cassa integrazione per 910 dipendenti

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
marelli

Bologna – La Magneti Marelli ha preso una decisione a dir poco drastica. Per un periodo di 13 settimane (tra fine ottobre e gennaio 2020) l’azienda ha fatto richiesta di cassa integrazione ordinaria per 910 lavoratori impiegati negli stabilimenti di Bologna e Crevalcore. Nel primo caso, gli interessati sono 630 degli 800 dipendenti totali, mentre nel secondo parliamo di 280 lavoratori su 350. Per gli impianti del capoluogo si chiedono otto settimane di Cig a zero ore e, in provincia, le settimane a casa dovrebbero essere addirittura tredici. Queste cifre sono allarmanti. I più pessimisti potrebbero pensare che l’ormai ex Magneti Marelli voglia chiudere bottega nel bolognese.
Troppi esuberi per un settore in espansione

Andiamo con ordine. A Crevalcore dove si produce componentistica per motori benzina e diesel, la cassa integrazione richiesta dai nuovi proprietari di Marelli può essere considerata “congiunturale” anche se coinvolge quasi tutti i dipendenti. Si salvano solo i fonditori del reparto alluminio. Dunque, in questo caso, si tratta di utilizzare un ammortizzatore sociale a fronte di un calo dei volumi di produzione.

Lo stesso, però, non si può dire dello stabilimento del capoluogo emiliano. A Bologna sono coinvolti dalla cassa integrazione, oltre trecento tra tecnici, ingegneri e ricercatori. L’unica eccezione almeno per ora riguarda il settore della componentistica per l’auto elettrica. C’è da dire che siamo ancora all’inizio delle trattative. Nelle prossime settimane la mediazione quantitativa e qualitativa della cassa sarà oggetto del tavolo tra azienda e sindacati. Inoltre secondo la Fiom: “La questione potrebbe e dovrebbe rientrare anche nelle contrattazioni nazionali sui temi dell’automotive che impegneranno il ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Per il consigliere di M5s: “C’è bisogno di ricostruire una

“L’assessore al Turismo Manlio Messina ha evidentemente perso la testa.

PALERMO – L’AMAP S.p.A. informa che in data odierna, a

VOLI GIORNALIERI TRA MILANO MALPENSA E CATANIA E MILANO MALPENSA

Agenpress. Nessuna ripresa per l’economia italiana, e nel terzo trimestre

La mostra, a cura di Lorenzo Rota, Mauro Vincenzo Fontana,

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.