33° Salone del libro Torino, Consiglio regionale invita editori

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
libri

Le Case editrici con sede in Basilicata sono invitate a manifestare l’interesse ad essere presente nell’ambito dello stand messo a disposizione dall’Ente consiliare entro e non oltre le ore 12.00 del 17/02/2020

Il Consiglio regionale della Basilicata intende proseguire nell’attività di sostegno e promozione dell’editoria lucana garantendo la presenza dell’Ente consiliare e delle Case editrici lucane al 33° Salone Internazionale del Libro di Torino, in programma da giovedì 14 a lunedì 18 maggio 2020 presso il Lingotto Fiere di Torino. Un’occasione quanto mai opportuna per presentare le produzioni degli editori lucani in un contesto di conoscenza, scambi ed incontri culturali di alto profilo.

Le Case editrici con sede in Basilicata sono invitate a manifestare l’interesse ad essere presente nell’ambito dello stand che il Consiglio regionale della Basilicata intende acquisire entro e non oltre le ore 12.00 del 17/02/2020 (a mezzo mail all’indirizzo: mariarosa.dandrea@regione.basilicata.it o all’indirizzo PEC: eventi.stampa@pec.consiglio.basilicata.it oppure c/o la Struttura di Coordinamento Comunicazione, Informazione ed Eventi – Consiglio regionale della Basilicata, Via Verrastro n. 6 – 85100 Potenza).

L’avviso è riservato agli editori lucani che abbiano pubblicato almeno cinque titoli nell’ultimo biennio 2018/2020. La Struttura di Coordinamento Comunicazione, Informazione ed Eventi si riserva di valutare le proposte e selezionare quelle più significative, fino a garantire la presenza di un numero congruo di editori. Le adesioni pervenute successivamente al 17 febbraio non potranno essere prese in considerazione per ragioni organizzative.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Inaugurata la nuova stazione di Marina di Cerveteri. La stazione

“Elisabetta Trenta, lascia la casa”. E’ l’appello rivolto da diversi

“Abbiamo notato che i primi casi in tutta Europa avevano

“Manteniamo le nostre promesse. La Commissione europea ha chiuso il

Ormai è diventato quasi noioso alzarsi al mattino e smentire

Otto paesi al lavoro insieme per due giorni a Bologna

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.