A Milano nascerà il nuovo ‘Buzzi’, un grande hub pediatrico all’avanguardia

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
Screenshot-of-Fondazione-Buzzi-Una-missione-in-AssenzaDiGravità

L’assessore: da Fondazione importante supporto, portare avanti partnership positiva

L’assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera, ha partecipato alla conferenza stampa di presentazione del Comitato d’Onore della Fondazione per l’Ospedale Buzzi e della campagna di ‘foundraising’ per nuovo ‘grande Buzzi’.
30 milioni per una nuova realtà

“Attraverso uno sforzo importante – ha detto Gallera – Regione Lombardia ha messo in campo ben 30 milioni dare a Milano, alla Lombardia e all’Italia una realtà che mancava. Prende ufficialmente vita, quindi, il nuovo ‘grande Buzzi’, una struttura che lavorerà in sinergia con gli altri presidi già presenti sul territorio e donerà a tutti i bambini e alle loro famiglie un ospedale d’eccellenza e all’avanguardia, un Hub pediatrico internazionale aperto a tutti”.
grande buzzi
Eccellenze lombarde

“La sanità lombarda – ha proseguito l’assessore regionale al Welfare – può vantare vari punti di forza e il nostro compito, attraverso il lavoro costante e quotidiano, è migliorarlo ulteriormente, in un Paese che ha il pregio di fornire cure a chiunque si trovi sul territorio. La qualità delle cure che forniamo rappresenta una delle nostre maggiori eccellenze. Per mantenere questi livelli abbiamo il dovere di mettere a disposizione dei nostri professionisti gli strumenti necessari per operare al meglio e, contemporaneamente, permettere ai pazienti di trascorrere i periodi di degenza in condizioni ottimali. Perciò quello odierno è un altro grande risultato, che riesce a coniugare perfettamente queste due esigenze”.
Fondamentale supporto della Fondazione

“Mi preme ringraziare la Fondazione – ha aggiunto – che ha scelto di investire nella sanità pubblica, nonostante le difficoltà in cui si è costretti a operare. È la testimonianza di uno straordinario clima di collaborazione attraverso il quale si possono superare tante difficoltà. Evidentemente il faticoso lavoro di medici, infermieri e operatori sanitari riesce a trasmettere un messaggio importante. Esiste una buona sanità su cui si può investire: è quella lombarda. La giornata odierna, quindi, è motivo di grande orgoglio – ha concluso Gallera – e sono certo che sinergie di tale importanza daranno ulteriore slancio al nostro sistema”.
La Fondazione

La Fondazione Buzzi nasce per sostenere l’Ospedale dei Bambini ‘Vittore Buzzi’, uno degli undici ospedali pediatrici presenti in Italia, l’unico a Milano e in Lombardia, con oltre cento anni di storia. La Fondazione investe ogni donazione ricevuta nella realizzazione di progetti a sostegno della migliore ricerca scientifica, della tecnologia più avanzata e per far sì che le cure di ultima generazione siano alla portata di tutti. Tra i primi contributi per il nuovo edificio una Risonanza Magnetica 3 Tesla donata da Enel Cuore che verrà installata entro l’anno, un allestimento di 2 sale operatorie grazie allo studio Bonelli Erede e UBI Banca e 2 posti letto di Rianimazione Pediatrica grazie ad Acone Associati.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Nel 170° anniversario della proclamazione della Repubblica Romana del 1849, ultimo

“In questa fase delicata per l’Italia è necessario un atteggiamento

Prosegue su YouTube e Facebook l’attività del Teatro Biondo di

BLUE PANORAMA CANCELLA I VOLI PER LE ISOLE GRECHE, CODACONS:

I cittadini hanno dimostrato con calore che apprezzano il lavoro

“Serve uno che decide, che non è l’uomo solo al

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.