ADRIAVIA: UNA NUOVA COMPAGNIA AEREA PER LE MARCHE ED IL CENTRO ITALIA

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
aereo

Sono molto felice di condividere una notizia importante che riguarda la mobilità nelle Marche. Nasce infatti oggi, con l’atto costitutivo firmato davanti al notaio, la nuova compagnia aerea “made in Marche”, grazie a una cordata formata da una trentina di imprenditori locali, tra cui figurano anche le figlie di Aldo Davanzali, pioniere del trasporto aereo che con la sua Itavia cessò di operare all’indomani della tragedia di Ustica. La nuova compagnia si chiamerà AdriAvia e avrà come partner tecnico l’iberica Air Nostrum (costola di Iberia) che fornirà i velivoli, gli Atr 72-600 da 72 posti che decolleranno a giugno dall’aereoporto di Ancona-Falconara Marittima, prima per Roma e Milano per poi servire anche altre tratte (Napoli, Brindisi, Alghero, Olbia, Spalato e Corfù). Il piano industriale prevede l’assunzione di 55 figure professionali da reperire sul territorio, tra capitani, copiloti e assistenti di volo. Tra gli imprenditori che hanno deciso di investire in questa avventura di rilancio dell’economia della nostra regione, c’è l’ex ministro e patron di Ariston, Francesco Merloni, oggi 95enne, e poi molti altri nomi di punta ancora non tutti come Alberto Rossi, Luciana Mosconi, i Guzzini, Lube, Renco, Diatech, Monticelli e Leonardi. Tutti uniti per dare una chance in più di riscatto anche turistico alla nostra bella regione da sempre penalizzata da una cattiva logistica dei collegamenti. Sarà una occasione di rilancio anche per l’Aeroporto di Ancona che grazie alla nuova gestione ed al lavoro incessante di Carmine Bassetti, Amministratore Delegato dell’Aerdorica, sta preparandosi alla ripartenza che tutti speriamo arriverà a brvissimo.’Mi auguro che l’operazione, sicuramente coraggiosa di questi tempi, abbia il successo sperato e porti benefici a tutto il territorio.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Siamo in guerra con il virus e “l’Italia partecipa ai

Per combattere il dramma degli infortuni sul lavoro in Italia

il virus non è fascista, non è antifascista e, secondo

Squadracce fasciste che si aggiungono alla polizia per dare la

Villarreal e Celta Vigo al comando per una notte. In

La mascherina ormai è diventata uno strumento bello e cattivo

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.