ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

AL VIA DOMANI A SPILIMBERGO IL FESTIVAL “LE GIORNATE DELLA LUCE”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
isabella rossellini

SABATO 22 AGOSTO IL WORKSHOP DEL FOTOGRAFO DELLE STAR RICCARDO GHILARDI E L’INAUGURAZIONE UFFICIALE DEL FESTIVAL CON L’INTERVENTO VIDEO DI ISABELLA ROSSELLINI “LA MIA FAMIGLIA FOTOGRAFICA”

SPILIMBERGO (PD) – Al via domani, venerdì 21 agosto, a Spilimbergo la sesta edizione del Festival Le Giornate della Luce, con un omaggio alla regista e fotografa Cecilia Mangini, classe 1927, considerata una delle figure più autorevoli della storia del cinema italiano, autrice insieme a Pasolini di capolavori come “Ignoti alla città” e “La canta delle marane”.

Alle 18 a Palazzo Tadea a Spilimbergo, l’inaugurazione della mostra “Volti del XX secolo”, a cura di Paolo Pisanelli e Claudio Domini. Realizzata in collaborazione con il CRAF, la mostra riunisce i ritratti dei grandi del secolo, volti di artiste e artisti, giornalisti, cineasti, scrittori, attrici e attori fissati dal suo sguardo acuto e inarrestabile: tra questi Chaplin, Fellini, Pasolini, Moravia, Morante, Magano, Mastroianni.

La Cecilia Mangini regista sarà, invece, raccontata nella conversazione al Cinema Miotto alle 21 assieme a Gabriella Gallozzi e Paolo Pisanelli. Seguirà poi la prima proiezione in esclusiva regionale del nuovo docu-film di Mangini “Due scatole dimenticate – un viaggio in Vietnam”, realizzato Paolo Pisanelli. Il lungometraggio ripercorre i momenti salienti della presenza della regista e del marito Lino del Fra nel Vietnam del Nord tra il 1964 e il 1965 grazie al ritrovamento di due scatole da scarpe colme di negativi fotografici dimenticati per più di cinquant’anni.

Atteso sabato 22 agosto alle 10 a Palazzo Tadea a Spilimbergo il workshop – in collaborazione con Confartigianato Imprese Pordenone e CRAF – Ritratti nella Luce. Energia in Movimento, per una full immersion nella fotografia con Riccardo Ghilardi, fotografo delle star mondiali del cinema, che ha immortalato tutti i più grandi attori holliwoodiani, da Kevin Kostner a William Dafoe.

Alle 10.30 in Sala Degan nella Biblioteca civica di Pordenone, prosegue l’omaggio a Cecilia Mangini. Dopo la conversazione tra la regista ed Emanuele Bucci, la proiezione di tre documentari: Ignoti in città (1958), Stendalì – Suonano ancora (1960) e La canta delle marane (1961). In collaborazione con Assessorato alla Cultura di Pordenone e Centro Studi Pier Paolo Pasolini.

Inaugurazione ufficiale del festival, sempre sabato 22 agosto, a Spilimbergo con un evento d’eccezione: alle 18.00 a Palazzo Tadea, intervento video realizzato in esclusiva dal festival di Isabella Rossellini “La mia famiglia fotografica”, dove l’attrice racconta i suoi rapporti e quelli dei suoi familiari con la fotografia.

A seguire l’assegnazione del premio Controluce per i mestieri del cinema e l’artigianato della Confartigianato Imprese Pordenone a Paola D’Inzillo e la conversazione con Jacky Ido, Enrico Lando, Massimo Schiavon, Federico Poillucci. E in videochiamata Aldo Baglio.

La giornata di sabato si concluderà alle 21.00 al Cinema Miotto con la presentazione Premio Bookciak, Azione! a cura di Gabriella Gallozzi e a seguire la proiezione di Scappo a casa (2019) di Enrico Lando con Aldo Baglio, Jacky Ido, Angela Finocchiaro e la Fotografia di Massimo Schiavon.

Domenica 23 agosto a Palazzo Linzi alle 12.00, l’inaugurazione della mostra-omaggio a Gianni Di Venanzio, uno dei più importanti direttori della fotografia del cinema italiano, che contribuì al successo di celebri film degli anni Cinquanta e Sessanta (come “I soliti ignoti” di Monicelli o “Salvatore Giuliano” di Rosi) scelto espressamente da Fellini per 8 ½. Un omaggio reso con le foto, per la maggior parte inedite, di Paul Ronald, fotografo di scena del film. Foto che documentano anche la grande intesa tra Di Venanzo e Fellini, in azione vicino alla macchina da presa o in pausa in attesa del ciak.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

A Rieti il primatista italiano del lungo torna nel giro

La caratteristica transumanza transfrontaliera, una tradizione secolare, è al centro

La Guardia di Finanza di Gorizia ha eseguito un provvedimento

È stato approvato, con atto del Sindaco metropolitano, il Programma

marattin

Penso da molti anni che qualcosa si sia rotto a

Respinte le dimissioni di Antonio Dal Cin dall’Osservatorio nazionale amianto.

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.