AL VIA IL PROGETTO “VIGILIAMO IN COMUNE”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
telecamere

Prende il via il progetto di integrazione tra videosorveglianza pubblica e quella predisposta dai pubblici esercizi, per implementare un sistema di videosorveglianza cittadina diffuso ed estendere il controllo sul territorio.
Lo scorso 17 luglio l’assessore ai Lavori Pubblici e Polizia Municipale Riccardo Gelichi ha incontrato le associazioni di categoria del territorio, Confesercenti, Confcommercio e CNA per illustrare il progetto “Vigiliamo inComune” che, per essere completato, necessita del coinvolgimento delle attività di impresa e dei commercianti.
Secondo questo progetto, il privato, qualora interessato, dovrà attenersi alle linee guida improntate da tecnici specializzati, per installare impianti di videosorveglianza privati in grado di colloquiare con gli impianti pubblici.
Il Comune potrebbe così utilizzare le rilevazioni delle telecamere private per le attività istituzionali di controllo e monitoraggio del territorio e gestione dell’ordine pubblico.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

In questi giorni è stato predisposto il piano di riorganizzazione

La società di Ragusa è stata premiata nella categoria Prodotti

Trasporti ed ecologia vengono spesso considerati due mondi apparentemente distanti

Massima disponibilità dell’Azienda di viale San Pietro a lavorare con

Il Trojan non è un compagno di Ettore, il mitico

“La decisione assunta oggi dal consiglio del Fondo di tutela

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.