Alle falsità rispondiamo con il lavoro e l’impegno quotidiano!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
bambini

Oggi sono soddisfatto! La Commissione Sanità ha concluso l’esame, cominciato il 20 marzo,ed approvato all’unanimità, due Disegni di Legge da me presentati, su “Riordino del settore dell’assistenza nelle aree pediatriche” e “Istituzione di un Osservatorio Regionale sulla Sicurezza degli operatori sanitari”.

Sento il bisogno di ringraziare i miei colleghi della Commissione, che mi hanno permesso di concretizzare il quotidiano impegno nella Sanità, finalizzato a migliorare gli standard qualitativi del nostro sistema sanitario, rendendolo competitivo con le migliori esperienze del nostro Paese.

Il mio auspicio è che i disegni trasmessi oggi all’Aula siano messi quanto prima in discussione e approvati.

L’Obbiettivo del primo Disegno di Legge è di migliorare l’offerta assistenziale ai soggetti in età pediatrica, la cui tutela rappresenta una delle massime priorità per il sistema sanitario, e contestualmente offrire un adeguato sbocco professionale, a quelle figure formatesi attraverso uno specifico percorso di studi previsto dagli ordinamenti universitari.

Il secondo Disegno di Legge affronta la questione della sicurezza degli Operatori Sanitari nell’ambito dei presidi sanitari regionali.

I numerosi quanto gravi fatti di cronaca che si sono verificati in tempi recenti, hanno reso evidente quanto i soggetti operanti a vario titolo nel settore dell’assistenza sanitaria siano costantemente esposti ad atti di violenza, intimidazione e prevaricazione di ogni sorta.

Il disegno di legge oggi approvato in Commissione prevede l’istituzione di un Osservatorio Regionale sulla Sicurezza degli Operatori Sanitari che abbia i seguenti obbiettivi: monitorare i rischi per la sicurezza degli operatori sanitari nell’ambito dell’espletamento delle loro funzioni ed elaborare un report annuale sul tema; promuovere iniziative volte al contrasto e alla prevenzione degli episodi di violenza a danno degli Operatori Sanitari, nonché alla riduzione dei fattori di rischio presenti nei presidi sanitari; attivare campagne di comunicazione finalizzate all’informazione e alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica sul tema della sicurezza degli Operatori Sanitari.

Franco De Domenico
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Egregio signor Ministro, questo decreto sicurezza bis non ci convince

CROWDFUNDING PER IL LANCIO DEL PROGETTO DI TURISMO RURALE “RURALACADEMY,

I VINCITORI : GIANNA NANNINI – PREMIO TENCO ALL’ARTISTA; PINO

In un anno portato un chiaro segno di cambiamento” “Il

“Forza Italia scongiura la chiusura coatta degli impianti di risalita

Un altro episodio di difficile definizione riguardante la gestione della

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.