Amianto, domande di contributo per rimozione e smaltimento

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
amianto

Il numero di edifici che, in Alto Adige, contengono ancora amianto, sostanza potenzialmente pericolosa per la salute, sono sempre di meno. Ciò grazie alla sempre più spiccata sensibilità verso un utilizzo di materiali sostenibili dal punto di vista ambientale, e anche grazie al sostegno economico offerto dalla Provincia di Bolzano per i lavori di smaltimento e rimozione di materiali contenenti amianto. L’ultima tranche di contributi, per un totale di 120.000 euro, ha riguardato 29 interventi, e su proposta dell’assessora Waltraud Deeg i termini per le domande riguardanti gli edifici residenziali sono stati riaperti per l’anno 2019. “L’amianto si può trovare su tetti, balconi, pannelli e pavimenti – sottolinea l’assessora Deeg – e in caso di danni o manomissioni può rilasciare fibre che costituiscono un serio pericolo per la salute. Per questo motivo è importante avere la garanzia di eliminare anche le più piccole tracce di questo materiale dagli edifici residenziali”.

Alla luce dei numerosi passi in avanti compiuti negli ultimi anni e del fatto che, secondo le stime, sono solamente 109 gli edifici residenziali nei quali sono ancora presenti tracce di amianto, molto probabilmente si tratterà dell’ultima finestra disponibile per richiedere i contributi. Il sostegno dell’amministrazione provinciale può raggiungere il 70% dei costi, ma l’ammontare delle spese previste per i lavori deve superare i 500 euro. I contributi per lo smaltimento e la rimozione di materiali contenenti amianto possono essere richiesti, a partire dal 2 settembre e sino al 2 dicembre, da proprietari e locatari degli immobili, ma anche da interi condomini, a patto che la maggioranza delle unità sia ad uso abitativo.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Appuntamento il 27 giugno in via Piumati, nell’ambito della rassegna

Enrico Brignano riabbraccia Lecce con il suo nuovo, esilarante e

L’allerta di livello 3, spiega il ministero, scatta in presenza

Anche quest’anno in Cina torna la “festa popolare” più criticata

Matteo Renzi decide di tornare in campo, non si sa

Il presidente ONA Bonanni: “Avanti con il processo con l’auspicio

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.