ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Arrestato violentatore seriale a Genova: tre donne aggredite nell’ultimo mese

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
violenza

GENOVA – Con la sua giacca fluorescente da fattorino ha aggredito tre donne nell’ultimo mese. Ma è stato arrestato un ragazzo di 24 anni ritenuto il violentatore seriale che ha messo a punto tre abusi nei quartieri di Sampierdarena e San Fruttuoso. A tradirlo è stato il particolare della giacca fluorescente.

Il giovane è accusato di violenza sessuale aggravata. E’ stato portato in carcere dalla Polizia in seguito a un’ordinanza di custodia cautelare. Il ragazzo, originario di Siracusa, sarebbe il responsabile delle aggressioni avvenute tra il 10 gennaio e il 13 febbraio.

Il giovane agiva sempre con le stesse modalità: aspettava che le donne entrassero nell’androne del palazzo di casa e abusava di loro. L’indagine della polizia è partita dall’acquisizione delle immagini delle telecamere dove l’aggressore era ben visibile grazie a una giacca fluorescente, come avevano testimoniato le tre donne aggredite.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Nel supermarket dell’offerta politica della destra italiana non poteva mancare

di Nicola PorroNicola Porro 00:00 Ci sarebbero altre quattro regioni

“Non sono io ad alimentare i distinguo o a minacciare

Una manovra che riporta l’agricoltura al centro del dibattito in

Entra nel vivo la manifestazione della Fai #Cisl Campania protagonista

generico

I giovani architetti e gli studenti di architettura e di

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.