ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Art Bonus, al Restauro Fonte di San Francesco di Perugia il premio miglior progetto

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
cultura

Art Bonus, al Restauro della Fonte di San Francesco di Perugia il premio miglior progetto dell’anno
Il vincitore della 5^ edizione “Progetto Art Bonus dell’anno” è il Comune di Perugia, con il restauro della Fonte di San Francesco a Ponte San Giovanni. Il concorso Art Bonus è un’occasione per dare valore all’impegno di quanti, mecenati ed enti, si prendono cura del patrimonio culturale del Paese con progetti di recupero e valorizzazione. I progetti che hanno partecipato al concorso – organizzato da Ales Spa in collaborazione con Promo PA Fondazione LuBeC, Lucca Beni Culturali – hanno riguardato per il 50% interventi di restauro, per il 20% il sostegno a musei, archivi e biblioteche e per il restante 30% il sostegno alle attività di spettacolo (musica, danza, teatro).

“L’Art Bonus – ha dichiarato il ministro Franceschini – è il più forte incentivo fiscale che ci sia in Europa per favorire il mecenatismo culturale e, dalla data della sua entrata in vigore, ha superato il mezzo miliardo di euro di fondi raccolti”.

Oltre al ministro Franceschini sono intervenuti alla proclamazione dei vincitori il Presidente di Ales, Mario De Simoni; la Direttrice referente Art Bonus per Ales S.p.A, Carolina Botti; la Direttrice Lubec, Francesca Velani e il Sindaco di Perugia, Andrea Romizi, che ha dichiarato: “La cosa più bella di quest’iniziativa dell’Art Bonus è di essere arrivati alla cittadinanza. Aver coinvolto sia importanti realtà economiche sia una parte significativa della nostra popolazione che ha voluto dare un contributo, esserci e partecipare. L’Art Bonus è stato uno strumento per chiedere a tutti di riappropriarsi della storia cittadina, dei quartieri e anche di una memoria che è importante per affrontare le tante sfide che aspettano tutti noi”, ha concluso il Sindaco del capoluogo umbro.
Le erogazioni ricevute hanno coperto totalmente il costo per la manutenzione straordinaria e il restauro della Fonte, pari a 18.000 euro. Questo progetto ha ottenuto 2.314 voti sulla piattaforma www.concorsoartbonus.it grazie a un’importante campagna di comunicazione realizzata dal Comune di Perugia dal titolo #FannepArte. La Fonte di San Francesco prende il nome dal Santo Patrono d’Italia che nel 1202 si narra si fermò presso la fonte a dissetarsi e lavarsi le ferite prima di essere portato in catene al carcere di Perugia, dopo la battaglia di Collestrada. A sostenere come mecenati il progetto vincitore: l’Associazione Pro Ponte, il Consorzio Revisioni, l’Oleodinamica Palmerini e Cristina Dragoni.

Ecco la Top ten della 5^ edizione “Progetto Art Bonus dell’anno”.

1° classificato Comune di Perugia, con il progetto di restauro della Fonte di San Francesco a Ponte San Giovanni che ha ottenuto.

2° classificata l’associazione culturale ‘CapoTrave/Kilowatt’ di Sansepolcro in provincia di Arezzo con il progetto Kilowatt Festival 2019.

3° classificata l’associazione ‘Arena Sferisterio’ di Macerata con il progetto Macerata Opera Festival 2019 – Cento mecenati per lo Sferisterio.

4° classificato il CSS Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia col progetto: #Iosonomecenate – #IorestoacasaconilCSS.

5° classificata la Fondazione Teatro dell’Opera di Roma col progetto ‘Sostegno annualità 2019’.

6° classificato ‘369gradi’ centro di produzione cultura contemporanea di Roma col progetto Festa del Teatro Eco Logico a Stromboli.

7° classificata l’associazione Teatrale Eco di Fondo di Milano col progetto Sostegno all’attività 2018.

8° classificato il Comune di Bagnacavallo in provincia di Ravenna col progetto del museo civico delle Cappuccine – Albrecht Dürer, progetto espositivo 2019/20.

9° classificata la Galleria Nazionale dell’Umbria – MiC col progetto Il “Divin Pittore” e la sua Scuola. Restauri di opere del Perugino e del Cinquecento umbro.

10° classificato il Palazzo di Reale di Genova – MiC col progetto ‘Mostra Anton Maria Maragliano’.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Il porto di Napoli è una risorsa importante per tutto

“I prodotti agroalimentari lombardi sono totalmente virus free. La questione

mittal

Aminvestco annuncia “una riduzione dei suoi livelli di produzione ed

Gianni Cuperlo, presidente della Fondazione Pd, prepara la tre giorni

65 immigrati mettono a ferro e fuoco centro d’accoglienza ad

Le iniziative messe in atto, molte delle quali ricettive dei

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.