ASK ME! 11 STUDENTI RACCONTANO LA #SFIDALBAROCCO

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
timthumb

Un progetto di formazione innovativo a servizio del pubblico
TORINO – 11 studenti del corso di Storia dell’arte dell’Università di Torino si sono preparati a diventare gli ‘angeli custodi’ dei visitatori che possono finalmente godere della mostra “Sfida al Barocco. Roma Torino Parigi 1680-1750” alla Reggia di Venaria.

Il percorso formativo Ask Me/Esperti Barocchi ha visto lezioni frontali e living lab con i tutor universitari Giuseppe Dardanello, co-curatore dell’esposizione insieme con Michela di Macco, e Chiara Gauna dell’Università di Torino .

Fino al 20 settembre 2020 nella Citroniera Juvarriana il pubblico potrà dunque non solo visitare una delle mostre sul Barocco più importanti degli ultimi 50 anni, ma anche chiedere l’assistenza di giovani e preparati storici dell’arte. Uno strumento prezioso (gratuito) per approfondire i contenuti delle opere esposte, conoscere meglio gli artisti e la genesi dei loro capolavori barocchi. Il progetto divulgativo è stato ideato e realizzato dall’Università degli Studi di Torino e dalla Fondazione 1563 per l’Arte e la Cultura della Compagnia di San Paolo con il Consorzio delle Residenze Reali Sabaude.

Per visitare la mostra, inoltre, è possibile scaricare un’App con introduzione ai contenuti e mappa interattiva delle provenienze delle opere, oltre all’audioguida a pagamento.

Tweet, post: Ask Me/Esperti Barocchi! 11 guide si preparano per la #sfidalbarocco! Un servizio ai visitatori curato da @Fondazione 1563 e @UniTo #barocco.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Con la morte di Francesco Saverio Borrelli l’Italia ricorda un

I brand Eden sono pronti a farvi girare il mondo

ROMA, 16 dic. – “L’Italia ha intrapreso un percorso serio

E’ un bilancio complessivamente confortante quello che risulta dall’analisi dell’ufficio

Come uscire dalla grave crisi indotta dalla pandemia e rilanciare

L’emergenza Coronavirus non modifica i piani della Uefa per l’Europeo

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.