Autonomia al centro del confronto Boccia – Regioni

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
IMG-20190926-WA0016_imagefullwide

“Autonomia vuole dire gestione delle competenze con risorse proprie e quindi maggiore responsabilità nelle scelte adottate”. Maurizio Fugatti, presidente della Provincia autonoma di Trento, ha usato queste parole per spiegare oggi a Roma il principio cui il Trentino si ispira per declinare quanto il suo speciale statuto prevede. L’occasione è stata offerta dalla Conferenza Stato – Regioni alla quale stamani ha preso parte anche il ministro Francesco Boccia.
“Al Governo – ha commentato Fugatti – abbiamo fatto presente che il nostro è un modello che può essere preso a riferimento anche da altre Regioni che stanno intraprendendo un percorso per una loro maggiore autonomia”
“È chiaro – ha aggiunto il governatore trentino – che siamo determinati a difendere la nostra autonomia, nella consapevolezza che la storia ha registrato negli anni sensibilità diverse, talvolta anche molto negative nei confronti della nostra specificità. Ma oggi, come ieri, vogliamo che l’esperienza autonomistica possa continuare e venga riconosciuta per quello che è, compresa la solidarietà verso lo Stato che da anni ci impegna con un forte contributo annuale, ben oltre ciò che lo Statuto prevede, a sostegno del risanamento dei conti pubblici nazionali”.
“Vediamo con favore – ha infine detto Fugatti – il percorso che stanno facendo altre realtà impegnate a rivendicare una maggiore autonomia, soprattutto se si tratta di Regioni che hanno saputo dare dimostrazione di una gestione virtuosa delle competenze già assunte”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

ACCOLTO IL RICORSO CONTRO IL DINIEGO DEL COMUNE Anche a

Il fenomeno degli atti intimidatori contro i giornalisti è in

Se le dichiarazioni del sottosegretario al Lavoro Francesca Puglisi fossero

La crisi del commercio non è mai finita. Dopo la

Il Governo preme l’acceleratore sulla digitalizzazione del Paese a partire

Come già detto nel nostro articolo di fine agosto, le

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.