Autonomia: De Poli (Udc), M5S cambi musica

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
depoli

“Sull’autonomia adesso è il momento che il Movimento Cinque stelle cambino musica. Gli italiani da Nord a Sud hanno bocciato chi contrasta il cambiamento e il rinnovamento dell’architettura istituzionale del Paese. Finora, i grillini sono stati come un freno a mano che ha bloccato alla macchina di andare avanti. Adesso è fondamentale che il Governo affronti la questione celermente definendo i contenuti dell’autonomia e delle competenze che verranno delegate alle Regioni. Bisogna farlo per avere più risorse e affrontare al meglio, ad esempio, problemi concreti come la carenza di medici destinando ad esempio più soldi alle Scuole di specializzazione medica. Parliamo di servizi ai cittadini”. Lo afferma in una nota il senatore e presidente nazionale UDC Antonio De Poli commentando l’audizione del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Giorgetti in Commissione parlamentare per l’attuazione del federalismo fiscale.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

“Salvini non va agli Stati generali perché ‘non sono un

Il provvedimento, che punta a contrastare i cambiamenti climatici e

Stefano Fassina, deputato di Leu, è intervenuto ai microfoni della

5 Stelle (vetero-socialisti, assistenzialisti e dirigisti) più il Pd in

l fisco farà parte del nuovo decreto di aprile, per

Pugno di ferro in guanto di velluto. Felpato nei toni,

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.