Bandiera blu a Lignano Sabbiadoro frutto impegno intera città

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
bandiera

Lignano Sabbiadoro  – L’assegnazione di un riconoscimento importante come la Bandiera blu a Lignano Sabbiadoro non è un risultato scontato, ma è il frutto del lavoro e dell’impegno profuso dai cittadini, dal Comune e da tutti gli operatori economici, in particolare di quelli del comparto turistico, per garantire servizi di qualità che pongono grande attenzione all’ambiente.

È questo, in sintesi, il pensiero espresso dall’assessore regionale alle Attività produttive e Turismo durante la cerimonia di conferimento a Lignano Sabbiadoro della 31esima Bandiera blu, che certifica la pulizia delle acque balneabili e delle spiagge e l’attenzione della città all’ecologia. Nello specifico, oltre alla spiaggia di Lignano la bandiera è stata conferita alle sette darsene marine della località turistica: Punta Faro, Porto Vecchio, Marina Uno, Punta Verde, Capo Nord, Aprilia Marittima e Punta Gabbiani.

Evidenziando come la Bandiera blu sia stata assegnata a Lignano non solo per le sue spiagge e marine, ma anche per i servizi che la località offre ai turisti e gli investimenti effettuati a tutela dell’ambiente, da parte dell’assessore è stato sottolineato lo sforzo compiuto dagli imprenditori locali per continuare a offrire servizi di qualità anche in una stagione difficile come quella 2020. Secondo i dati del Comune infatti il 98% degli esercizi commerciali e delle attività ricettive ha regolarmente aperto nonostante l’emergenza coronavirus, dimostrando coraggio e grande senso di senso di responsabilità e sostenendo, di conseguenza, l’occupazione.

Durante la cerimonia, che si è svolta all’interno del Parco Zoo Punta Verde e alla quale hanno partecipato anche il sindaco e le autorità locali, la Regione ha confermato la volontà di continuare a sostenere le attività produttive del Friuli Venezia Giulia per aiutarle a superare questo momento di crisi, affiancando i provvedimenti adottati già dalle prime fasi dell’emergenza, e accompagnarle verso il futuro. In questo contesto giocherà un ruolo fondamentale la liquidità messa in campo dall’Europa che la Regione intende utilizzare per rilanciare l’economia e favorire la sburocratizzazione delle procedure, consolidando le collaborazioni tra le istituzioni e i privati.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Non solo gomma e ferro: Sono infatti arrivati 250 milioni

“L’Italia è un Paese paternalista e maschilista. Si è preferito

“Stiamo ragionando sulla creazione di una piattaforma italiana che consenta

“Gli interventi programmati dal non-Governatore della Regione Puglia Michele Emiliano

“I gravi fatti di Roma, con il vicebrigadiere ucciso barbaramente

Via libera della Piattaforma Rousseau alle proposte di Luigi Di

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.