BASTA ANIMALI IN GABBIA! LA NOSTRA BATTAGLIA ENTRA NEL VIVO!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
animali

Ci sono anche io tra gli 85 europarlamentari promotori di “End The Cage Age”, l’iniziativa che mira a eliminare l’uso delle gabbie negli allevamenti.

La nostra battaglia ha trovato il sostegno di 1,4 milioni di firmatari, ma sono molti di più coloro che la supportano e che vogliono porre fine a questa barbarie!

Ogni anno, in Europa, oltre 300 milioni di animali d’allevamento trascorrono tutta, o una parte significativa della loro esistenza, imprigionati in gabbie minuscole, in cui non possono nemmeno girarsi: può, questa, essere considerata “vita”? Per noi è soltanto un’atroce sofferenza.

Molti Paesi hanno già introdotto leggi nazionali che migliorano le condizioni negli allevamenti rispetto agli standard minimi europei, ma ora, forti anche delle numerosissime firme dei cittadini, chiediamo UFFICIALMENTE alla Commissione di armonizzare questi diversi standard al MASSIMO comune denominatore possibile, e di porre il DIVIETO di importazione per tutti i prodotti dei Paesi terzi che non li rispettano.

La Commissione non può ignorare la nostra richiesta!

Vi terrò aggiornati!

Tiziana Beghin

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Il reddito di cittadinanza tiene lontano furbi ed evasori. La

Regole del tutto inapplicabili, che ridurrebbero la capacità dei ristoranti

Gli esponenti di Italia Viva Grazzini e Ricci scrivono alla

Sugli spalti grande tifo da parte delle ragazze della Nazionale

È un assurdo, le rotte aeree, nelle compagnie ben organizzate,

Le temperature “tropicali” tengono svegli durante la notte circa dodici

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.