Basta tatticismi, passiamo all’azione

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
diciotti-

Dalle pagine di Repubblica, oggi, don Luigi Ciotti invita i Senatori a bocciare il cosiddetto “decreto sicurezza bis” voluto dal ministro Salvini e col quale viene esteso «il già enorme potere del ministero dell’Interno in materia d’immigrazione, estensione che non si può più definire solo interferenza, evidenziandosi ormai come vera e propria invasione di campo, appropriazione indebita di ruoli e competenze altrui». Secondo Ciotti siamo di fronte all’«ennesimo segno di un’ambizione sfrenata e totalitaria, indifferente alla divisione dei poteri su cui si basa una vera democrazia».

Un decreto, perciò, pericoloso non solo per le ricadute pratiche che avrà sulle operazioni di ricerca e soccorso in mare, criminalizzando chiunque si adoperi a metterle in atto, ma anche perché rappresenta un ulteriore sfregio a quei «capisaldi della civiltà occidentale», contenuti in «carte che hanno inaugurato la stagione della pace, della democrazia e dei diritti come la Convenzione di Ginevra sui rifugiati e l’articolo 10 della nostra Costituzione sul diritto di asilo da garantire allo straniero».

Per queste stesse ragioni, un anno fa – erano i tempi dell’Aquarius e della Diciotti – abbiamo lanciato una raccolta firme per chiedere che i gruppi parlamentari di opposizione presentassero una mozione di sfiducia nei confronti del ministro. A rileggerla ora possiamo (non molto tranquillamente) dire che nulla è cambiato, se non in peggio.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Lo storico Palazzo Turinetti, sede legale della banca Intesa Sanpaolo

Nota per l’altissima concentrazione di aziende #HighTech, la Silicon Valley

L’Emilia Romagna è la regione dove attualmente è più evidente

Sabato 27 e domenica 28 aprile all’Autodromo la gara del

Bologna – Appuntamento oggi a Gallipoli, nel cuore del Salento,

Celebrare Gabriele d’Annunzio, a Pescara, sua città natale, nel centenario

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.