BELLUNO – Fondo per il sostegno all’affitto

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
Case-Aler-San-Siro

Fondo per il sostegno all’affitto
Via alla presentazione delle domande

Via alle presentazione delle domande per l’accesso al Fondo per il Sostegno all’Affitto – FSA: è online, sul sito del Comune di Belluno, il bando con le istruzioni e i requisiti per richiedere il contributo a sostegno delle spese di affitto dell’abitazione.
Questi i principali requisiti richiesti a coloro che intendono accedere al contributo: essere residenti nel Comune di Belluno; aver occupato, negli anni 2018 e 2019, un alloggio a titolo di residenza principale o esclusiva; avere attestazione ISEE in corso di validità da cui risulti ISEE non superiore a 15.000 euro.
Ulteriori dettagli sono elencati nel bando, scaricabile nella sezione “Bandi di gara e avvisi” del sito istituzionale.
Il contributo cui si avrà diritto sarà il risultato di un calcolo matematico: in base alla situazione economica familiare (reddito, patrimonio, numero e tipo di componenti) verrà inizialmente stimato quale affitto la famiglia è in grado di sostenere, Questa cifra verrà confrontata con l’affitto effettivamente pagato: se l’affitto pagato è superiore a quello sostenibile, la famiglia avrà diritto all’aiuto e la misura del contributo sarà dato dalla differenza fra il canone pagato e quello sostenibile.
Le domande possono essere presentate fino all’11 dicembre rivolgendosi a uno dei CAF convenzionati, il cui elenco è disponibile all’interno del bando.
È anche possibile presentare autonomamente la domanda all’indirizzo Internet https://veneto.welfaregov.it/landing_pages/fsa/index.html.
In questo caso, però la scadenza è anticipata al 30 novembre.
«Una misura molto importante: mai come in questo difficile momento è sentita la necessità di salvaguardare i bisogni delle famiglie, con particolare attenzione a quelle più fragili. – commenta l’assessore alle politiche sociali, Lucia Pellegrini – Il problema del pagamento degli affitti e il rischio di perdere la casa determinano situazioni di isolamento e di disagio sociale, che purtroppo in molti casi si accompagnano anche alla perdita del lavoro. I requisiti per l’ammissione al sostegno sono ampi e confido che consentiranno l’accesso al maggior numero di famiglie possibile».

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

USANO SU INSTAGRAM E FACEBOOK IMMAGINI DI BAMBINI A SCOPO

PORDENONE – Il linguaggio del cinema per raccontare il nostro

MONCALIERI (TO) – Dopo il successo delle precedenti edizioni, il

”Io tifo per la nazionale, quindi per Conte, ma poi

Tanti cittadini che incontro mi dicono “basta con i Cinque

RICCIONE – Oltre 500 studenti di 21 classi delle scuole primarie

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.