BENE CHE #DRAGHI ESORTI L’EUROPA A FARE PIÙ DEBITO PER FRONTEGGIARE LA CRISI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
Brunetta-

EVITIAMO CHE LA RECESSIONE SI TRASFORMI IN DEPRESSIONE ECONOMICA

L’Europa ha bisogno di più debito pubblico per fronteggiare questa crisi. A dirlo è stato ieri l’ex governatore della Banca Centrale Europea Mario Draghi, in un articolo pubblicato sul Financial Times. Paragonando la situazione attuale a una vera e propria “guerra”, Draghi ha esortato i governi dell’Unione Europea ad aumentare il debito pubblico, per evitare che la recessione economica si trasformi in “depressione”.

Parole forti, soprattutto se si pensa che sono state pronunciate da chi, durante il suo mandato di banchiere centrale, ha fatto della battaglia agli eccessi di spesa e della riduzione del debito due cavalli di battaglia. Quante volte abbiamo sentito Draghi invitare gli esecutivi nazionali, a partire da quello italiano, a prendere azioni decise per ridurre l’indebitamento nazionale tramite spending review, privatizzazioni e riforme strutturali sul mercato del lavoro e dei capitali? Ora, lo stesso Draghi si rende conto che queste politiche economiche devono essere momentaneamente lasciate da parte, perché la situazione è eccezionale e, quindi, richiede soluzioni eccezionali. Come quella, appunto, del ricorso al debito.

Forza Italia

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

PISA – Operazione dei carabinieri del Nucleo investigativo di polizia

Non si può non mettere in evidenza il rischio concreto

L’inchiesta della magistratura sulla Fondazione Open farà il suo corso

Via libera a una nuova sperimentazione dell’applicazione della tecnologia blockchain

Parlano i genitori che a Cinisello hanno usato la nuova

Cgil, Cisl, Uil chiedono avvio confronto “Alle Istituzioni chiediamo di

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.