Bloomberg prevede per l’Europa “la più grande crisi economica”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
europa

Gli analisti di Bloomberg prevedono la più forte crisi economica per l’eurozona sullo sfondo di un vero e proprio blocco dell’attività commerciale dovuta all’epidemia di coronavirus.

Uno degli indicatori più importanti che riflettono lo stato dell’economia, l’indice di attività economica (Pmi), sullo sfondo della pandemia, ha raggiunto il minimo in Europa dal 1998 ed ha stabilito il record assoluto per tutto il tempo di osservazione.

Il valore mostrato da questo indicatore è inferiore rispetto alla crisi economica globale del 2008-2009.

Gli esperti di Bloomberg prevedono il calo più forte del Pil nell’Unione Europea sin dalla sua fondazione. L’epidemia di Covid-19 ha già causato un calo della domanda di beni e problemi di approvvigionamento, che ha costretto molte case automobilistiche europee a fermare la produzione. Hanno chiuso le loro fabbriche PSA (Peugeot, Citroen, Opel e Vauxhal), Fiat Chrysler (Fiat, Alfa Romeo, Chrysler, Dodge) e Volkswagen, la più grande casa automobilistica al mondo, le cui imprese sono dislocate in Europa e oltre i co

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Gravi tensioni, Damasco bombarda con l’aiuto dei russi, la reazione

La Fifa ha un nuovo capo dello sviluppo mondiale del

La decisione della magistratura tarantina che conduce, giustamente, allo spegnimento

Anche il neo-rettore dell’Università degli Studi di Torino, Stefano Geuna,

Le azioni messe in campo dalla nostra amministrazione per far

Non solo in politica ma anche nelle imprese. Punti di

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.