ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Boccia: decisioni su confini regionali prima del 3 giugno

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
boccia

A margine della discussione sulla mozione di sfiducia (respinta) nei confronti di Bonafede in Senato, ai microfoni di Fanpage.it il ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia, parla delle prossime decisioni che spettano il governo nella fase due dell’emergenza Covid, in particolare quelle sulle riaperture dei confini regionali che dovranno essere prese entro il 3 giugno. “Ogni settimana c’è il termometro delle regioni – spiega Boccia riferendosi all’osservazione che deve operare il governo sui dati dell’andamento epidemiologico – la tenuta delle terapie intensive, i tamponi, la prevenzione territoriale, la resilienza delle strutture sanitarie, tutto questo ogni settimana ci dice se una regione è a basso rischio, medio rischio o alto rischio. Se dovessero esserci alcune regioni ad alto rischio lo si saprà qualche giorno prima di aprire, se qualcuna dovesse essere ad alto rischio non apre”. Riguardo alla situazione politica, Boccia esclude il rimpasto di governo ipotizzato da alcuni commentatori viste le nuove tensioni interne alla maggioranza: “Sì, escludiamolo perché non trova residenza nella nostra visione della politica – dice Boccia e in riferimento alla discussione sulla mozione di sfiducia (respinta) nei confronti di Bonafede spiega – Era stonata questa giornata rispetto alla condizione in cui è il Paese. “Da questo pomeriggio torniamo ad occuparci dell’emergenza sanitaria ed economica”. Sui prossimi passi del governo Boccia spiega “L’emergenza sanitaria era la priorità assoluta, salvare posti di lavoro e rilanciare l’economia è il passo immediatamente successivo. Abbiamo dato responsabilità e autonomia alle regioni e ora è evidente che bisogna intensificare liquidità, risorse alle imprese. Non dobbiamo giustificarci, dobbiamo rispondere signor sì ai cittadini”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

via IFTTT C’È RISCHIO DI POVERTA’?… NE PARLIAMO CON BEPPE

Grazie Alessandra Amoroso, Giorgia, Fiorella Mannoia, Laura Pausini, Gianna Nannini,

#Torniamoafarespettacolo: anche in Umbria il settore si mobilita ad un

conte

“La fiducia nel futuro è imprescindibile per vincere la sfida

“Monitoreremo il funzionamento del trasporto studenti in Toscana, controlleremo che

Il naturale passaggio dalle fonti fossili alle fonti rinnovabili, queste

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.