Bologna e Città metropolitana: numeri e tendenze del turismo nell’estate 2020

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
bologna-

I turisti italiani sono la maggioranza, ma i visitatori internazionali tornano a popolare il capoluogo. Torre degli Asinelli e tour culturali in città si confermano punti di grande interesse anche nell’estate del Covid-19. Molto bene il turismo nelle aree verdi di pianura, imolese e in Appennino, tra cammini, visite ed eventi.

MonteDonato
Bologna – Riparte gradualmente il turismo a Bologna e dintorni in un anno in cui il settore dei viaggi ha visto scenari complessi e battute d’arresto a livello internazionale.

Nonostante il lockdown e situazioni ancora molto diverse per ogni paese, Bologna torna a registrare arrivi di turisti nazionali ma anche stranieri.

Il bilancio dei mesi estivi – a partire dalla riapertura a inizio giugno non solo dei confini regionali e nazionali ma anche dei punti di interesse e accoglienza turistica del territorio – vede una prevalenza dei visitatori del nostro paese, che rappresentano circa il 60% di quelli che hanno scelto di visitare Bologna da giugno ad oggi. Le provenienze vedono una maggioranza di arrivi dalle regioni del nord Italia: Veneto, Lombardia e Friuli-Venezia Giulia in testa.

Il restante 40% è rappresentato da turisti stranieri, anche in questo caso provenienti da nazioni vicine come Svizzera, Austria, Germania, Francia, Paesi Bassi, Belgio, Lussemburgo ma anche, in misura minore, dalla Spagna.

I dati delle strutture alberghiere per la settimana di Ferragosto danno una previsione di occupazione del 10,6% con un picco del 12% per la giornata del 15 agosto.

Nel periodo estivo, da giugno alla prima settimana di agosto il tasso di occupazione è stato del 25% con, picco nella notte del 22 luglio (37%). La provenienza dei clienti degli hotel è quasi totalmente italiana, con percentuali minime di tedeschi, francesi e inglesi.

Ad oggi ancora una trentina di strutture del territorio restano chiuse al pubblico, mentre i restanti hotel sono regolarmente operativi e altri ancora riapriranno alla fine di agosto.

Gli scenari dell’estate 2020, con il ritorno graduale e progressivo dei visitatori nella nostra città, restituiscono segnali di cauta positività per l’autunno di quest’anno: Bologna Welcome ha lavorato fin dall’inizio dello stato di emergenza insieme alle istituzioni per costruire una strategia flessibile a medio e lungo termine, centrata sulla promozione del territorio in graduale allargamento. Una prima fase dedicata ai visitatori di prossimità, con la campagna “Questa è Bologna”. Una seconda fase con focus allargato a potenziali turisti nazionali nel corso dell’estate, lavorando in particolar modo sull’outdoor e le attività all’aria aperta – con il supporto anche di una campagna dedicata che ha visto l’utilizzo di strumenti cartacei, canali digitali e spot televisivi.

I segnali di ripresa che si stanno registrando in questo periodo estivo fanno guardare con fiducia all’autunno, una stagione tipicamente rilevante a livello turistico per le città d’arte. Anche in relazione a questi segnali positivi, Bologna Welcome sta lavorando a una strategia di comunicazione dedicata. Per la prossima stagione è infatti prevista una campagna di racconto del territorio che allarghi l’obiettivo ai visitatori internazionali, concentrando l’attenzione a cultura, arte, eventi sportivi e punti di interesse prettamente culturali.

Per quanto riguarda i mesi passati, a partire dal 3 giugno 2020, data che ha segnato la riapertura di Torre degli Asinelli e punti informativi Bologna Welcome ed eXtraBo, i numeri hanno evidenziato un trend di crescita relativamente positivo.

In particolare Torre degli Asinelli si conferma uno dei punti di interesse più apprezzati, registrando nelle ultime settimane una buona affluenza, nonostante gli accessi a numero ridotto imposti dalle misure precauzionali ancora in atto.

Molto interesse anche per i tour guidati di “Questa è Bologna” proposti a partire dal 12 giugno da Bologna Welcome in concerto con le Associazioni di Guide Confguide-ASCOM e Federagit-CONFESERCENTI. Itinerari per scoprire Bologna e i suoi dintorni, i segreti, gli angoli meno noti ma anche il verde dell’area metropolitana. I tour, organizzati in turni quotidiani e in orario pre-serale, hanno visto una partecipazione molto alta in primis da parte dei bolognesi, ma anche di visitatori da fuori città.

Tante le proposte che hanno visto piena partecipazione, dalla “Bologna a luci Rosse” al Tour al Cimitero Monumentale della Certosa, dal tour delle Osterie fino agli itinerari esoterici di “Bologna Diavoli e Streghe” o I sette segreti di Bologna.

In relazione alla graduale crescita di richiesta turistica e di presenze in città dalla prima settimana di agosto è ripartito, sia in italiano che in inglese, il tour Discover Bologna, il walking tour guidato di due ore che copre dei principali punti di interesse del centro storico di Bologna.

Ad oggi sono attivi regolarmente circa 10 tour guidati ogni settimana, sul centro cittadino che in città metropolitana.

Protagonista indiscusso dell’estate del 2020 è comunque l’Appennino, con conferme su prodotti e itinerari outdoor molto amati dai visitatori negli anni passati ma anche interessanti nuove entrate nella proposta turistica territoriale. Ottimo successo di pubblico per la rassegna “Crinali”, che nei primi 60 appuntamenti ha coinvolto oltre 100 artisti e ha visto la partecipazione di circa 3.000 persone in totale, registrando per la maggior parte degli appuntamenti un tutto esaurito.

Continua l’interesse per i cammini di più giornate, come Via degli Dei e Via della Lana e della Seta. Molto apprezzata anche Rocchetta Mattei, che nelle due settimane centrali di agosto vedrà aperture e visite straordinarie aggiuntive proprio per far fronte a richieste crescenti da parte dei visitatori.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Le scuole non riapriranno prima di settembre. Lo sospettavano tutti,

PROPRIETARI RISCHIANO INCRIMINAZIONE PER CONCORSO IN OMICIDIO COLPOSO INTANTO PARTE

Livorno – Meticcio di pastore tedesco, 12 anni, docile e

Angela Merkel declina l’invito di Donald Trump a recarsi negli

Sacrificare se stessi per scuotere la anime del Movimento 5

Si allunga di giorno in giorno la lista dei paesi

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.