ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Bond (FI): “Piscine coperte dimenticate dal governo”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
Voglia di piscina

Abbiamo piscine chiuse da oltre sei mesi.

Quelle all’aperto riapriranno, se tutto va bene, a metà maggio. E le altre, ovvero quelle coperte e prevalentemente usate per attività sportiva? Scomparse dalla scena, dimenticate”. E’ quanto dichiara in una nota il deputato azzurro Dario Bond, che aggiunge: “Oltre ai danni economici per i gestori e i lavoratori di queste strutture sportive, si stanno generando anche danni in termini di salute per tutti coloro, adulti e bambini, che hanno cessato l’attività fisica praticata con regolarità. Lo sport, infatti, rinforza il sistema immunitario. Tra l’altro, proprio in questi giorni abbiamo appreso dalla stampa la notizia di un nuovo studio, condotto da un team di scienziati dell’Imperial College di Londra, che indica che il cloro contenuto nell’acqua delle piscine potrebbe inattivare il Covid in meno di un minuto””.

“Vorremmo sapere allora se è semplice dimenticanza – comunque grave visti i danni – oppure, diversamente, se e quale logica ci sia dietro alla scelta da parte del Governo di continuare a tenere chiuse le piscine coperte. Per essere più chiari, mentre scuole, bar, ristoranti, stabilimenti balneari, alberghi, teatri, cinema, terme, e così via, riaprono anche quando i locali sono al chiuso, solo le piscine coperte dovrebbero rimanere serrate. Incomprensibile”, conclude.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Se lo aspettavano, ma non così rapidamente. I commercianti romani

Dal 1 luglio, sarà disponibile la piattaforma del Ministero dell’Istruzione,

INDAGINE CODACONS METTE A CONFRONTO PREZZI E TARIFFE IN 18

Almeno 38 bambini sono stati uccisi e 46 sono stati

franceschini

Quando ti scompare il turismo straniero e cala la mobilità

Ancora protagonista Sara Dossena. L’azzurra si piazza seconda alla Stralugano

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.