BONUS BICI, IN SELLA !

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
bici

Il buono è pensato per incentivare forme di trasporto UMANIZZATE nelle aree urbane, a seguito delle indispensabili limitazioni al trasporto pubblico locale per fronteggiare l’emergenza sanitaria da Covid-19. Finalmente, grazie a una nota del Ministero dei Trasporti,

Il buono vale per il 60% dell’acquisto di una bicicletta, un hoverboard o un segway, o per l’acquisto di abbonamenti a servizi di mobilità condivisa (bike sharing e così via, esclusi ovviamente le condivisioni di scooter e automobili).

Non potrà comunque valere più di 500 euro.

Il buono è destinato ai cittadini maggiorenni residenti nei capoluoghi di Regione, nelle Città metropolitane , nei capoluoghi di Provincia o comunque nei Comuni con popolazione superiore a 50 mila abitanti.

Sarà retroattivo, nel senso che potranno beneficiarne tutti coloro che hanno acquistato li mezzo a partire dal 4 maggio 2020.

Le modalità di erogazione del buono sono due: o un rimborso successivo all’acquisto o un buono spesa digitale da consegnare ai fornitori autorizzati per ritirare successivamente il bene o godere del servizio prescelto. Va da sé che per acquisti già effettuati occorre necessariamente optare per il rimborso.

Come chiedere il contributo: serve lo Spid
Per chiedere e ottenere il contributo si dovrà accedere ad una applicazione online in via di predisposizione da parte del Ministero dell’Ambiente, anche attraverso il sito istituzionale. L’applicazione sarà operativa entro sessanta giorni dalla pubblicazione del provvedimento in Gazzetta Ufficiale. L’interessato dovrà accedervi tramite le credenziali Spid (Sistema pubblico di identità digitale) e procedere alla richiesta. In caso di acquisti già effettuati e relativo rimborso, sarà necessario avere conservato il giustificativo della spesa sostenuta.

Il buono mobilità: come sarà nel 2021.
Rottamazione
Il buono mobiliità, cosiddetto bonus bici, sarà in vigore fino al 31 dicembre 2020, mentre nel 2021 torneranno efficaci i provvedimenti del Decreto Clima, con un fondo del Ministero dell’Ambiente per 180 milioni di euro destinato ai residenti nei Comuni interessati dalle procedure di infrazione per la qualità dell’aria: a partire dal 1 gennaio 2021, per beneficiare del buono mobilità occorrerà rottamare un autoveicolo o motoveicolo inquinante, con incentivi pari rispettivamente a 1.500 euro e a 500 euro.

importante
Oltre a biciclette, hoverboard o segway, potrà essere acquistato anche un abbonamento al trasporto pubblico locale e regionale.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Il 6 e il 13 ottobre di scena l’evento capace

Germania. Secondo un rapporto uscito oggi dell’Istituto Ricerca Economica e

Seminario sul Patto per lo sviluppo della Regione Molise, questa

Articolo apparso su Dagospia : Mentre la nave bancaria di

“Era giusto andare avanti, come avveniva in un paese in

Le relazioni istituzionali tra la Lombardia e gli Stati USA

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.