ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Calenda: “Cinesi salvatori della patria? Anche no”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
_calenda3-660x300

“I cinesi hanno chiuso solo Wuhan. Noi stiamo chiudendo tutto. Nel frattempo loro stanno sostituendo tutte le nostre aziende nelle catene produttive che rimangono in piedi nel mondo. E noi li ringraziamo per le mascherine usate per contenere il contagio partito dalla Cina”. Così Carlo Calenda, leader di Azione, parlando su twitter dell’emergenza Coronavirus e delle sue ripercussioni sull’economia.

“Quindi la solidarietà arrivata dalla Cina è tutta una messa in scena?”, domandano a Calenda, che risponde: “No. Ma come spesso accade, da un lato fanno questo dall’altro attaccano le aziende italiane cercando di prendergli i clienti. Quindi trattarli da salvatori della patria anche no”.

La possibile soluzione, dice ancora, è “identificare precisamente le catene sotto attacco competitivo, valutando dove sono i clienti, se in zone che rimarranno aperte o meno. Nel secondo caso situazione sostenibile, nel primo occorre capire come non perdere forniture che garantiscono la vita dell’impresa”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

TV, “AMICI”: CODACONS CONFERMA RISPETTO DELLE NORME IGIENICO-SANITARIE DA PARTE

“Sentir dire dal consigliere Santorsola che la legge pugliese per

IL TEATRO VERDI PORDENONE, NELL’ATTESA DELL’IMMINENTE RIENTRO NELLE SALE, INVITA

A Palazzo delle Albere sono in arrivo due appuntamenti teatrali

‘Torino a Cielo Aperto’ è il ricco cartellone di eventi

“Nel fare i miei auguri a tutti i membri del

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.