Canone Rai, Di Maio: «Ora basta. È ingiusto che gli italiani continuino a pagare per un servizio condizionato dai partiti»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
rai_cavallo..

«Ora basta. È ingiusto che gli italiani continuino a pagare un canone per un servizio condizionato dai partiti. È ingiusto che paghino per tenerla in piedi così! La Rai ha enormi potenzialità ma bisogna spezzare il legame con i partiti».
Lo ha scritto il vicepremier e capo politico del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio, in un post pubblicato su Facebook.
«Il MoVimento 5 Stelle ha già depositato una legge in questo senso, a prima firma della mia collega Mirella Liuzzi, e siamo pronti a discuterla subito» ha spiegato Di Maio «Il servizio pubblico è dei cittadini, che pagano il canone, non dei politici. L’obiettivo è premiare il merito e la trasparenza, non tenere in piedi un carrozzone da prima repubblica. Quindi diamo il via a questa riforma, che è nel contratto di governo, oppure tagliamo il canone ai cittadini. Delle due l’una. Questa è la direzione, altre non ce ne sono».

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Autodromo di Monza Andrea Monti (Lega): risponde a Fumagalli (M5S):

Una discarica in cui si sono sviluppati tre incendi nello

Ho chiesto ad #AQP di ricevere: – gli atti inerenti

E PER I PICCOLI NEGOZI BILANCIO RIMANE NEGATIVO Il rimbalzo

Preghiera e vicinanza: le ha espresse il Papa in un

“Favolose Ribelli” e Pisa si trasforma in città arcobaleno. In

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.