Capodanno, botti e fuochi d’artificio: i consigli per proteggere gli animali

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
cane

Nemmeno la pandemia e le limitazioni di movimento previste per contenere la diffusione del Covid sono riuscite a fermare la tradizione dei botti di Capodanno. Per questo — come ogni anno — l’Ente Nazionale Protezione Animali ha redatto una serie di facili consigli per aiutare i nostri animali a vivere al meglio questo momento così traumatico per loro, raccolti in un breve video che può essere inviato anche a parenti e amici. Il 45% dei cani, infatti, quando sente i fuochi di artificio mostra segni di paura, atteggiamenti di ansia, panico o fuga. I botti, infatti, sono rumorosi e percepiti come ancora più fastidiosi dagli animali che hanno un udito più acuto rispetto a quello degli uomini. Ma a dare fastidio, oltre al suono, è anche la luce che emanano. Non sono, i fuochi sono imprevedibili, arrivano a intervalli diversi, e non danno agli animali la possibilità di abituarsi. Al contrario, percepiti come una minaccia, portano i nostri amici a scappare e nascondersi da qualcosa che li fa sentire in trappola. Cosa possiamo fare, quindi, per aiutarli? E cosa, al contrario, è meglio evitare?

«Non lasciarli soli su terrazzi o balconi»

Il primo passo è quello di controllare che gli animali domestici abbiano sempre la medaglietta e il microchip leggibile dal veterinario, in modo tale che in qualsiasi caso dovessero perdersi fuori casa sarebbe più semplice il loro ritrovamento. Poi, è bene consultare con anticipo il veterinario di fiducia per individuare soluzioni idonee a evitare o ridurre manifestazioni di paura o di panico dell’animale. Durante i festeggiamenti, poi, quando esplodono più botti, è bene tenere cani e gatti all’interno dell’abitazione con le finestre chiuse e non lasciarli soli su terrazzi e balconi. «Anche se il vostro cane trascorre la maggior parte del suo tempo all’aperto, tenetelo dentro casa durante i fuochi d’artificio. Questo gli impedirà di fuggire quando si sente spaventato, il che può metterlo in pericolo», spiega l’esperta cinofila Enpa, Giusy D’Angelo. È bene, poi, creare uno spazio sicuro dentro casa: «Se il tuo cane è abituato alla cuccia, rendi disponibile la sua cuccia, poiché probabilmente è già uno spazio sicuro per lui. Altrimenti, mettilo in un bagno o in un’altra piccola stanza con musica classica o rumori neutri per aiutare a soffocare il boom dei fuochi d’artificio», aggiunge. E ancora, un utile consiglio può essere quello di arricchire la stanza con oggetti che creino un ambiente il più possibile familiare per i nostri cuccioli, anche «contaminando la stanza con odori che conosce e lo rende sicuro».

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

GENOVA – “Stiamo definendo gli ultimi dettagli e da lunedì

Presidente Matteo Renzi, qual è la posizione di Italia Viva

Alcuni compagni di classe alle medie mi prendevano in giro.

Premettendo innanzitutto che le regole sul contenimento del Covid valgono

La terza sezione del Consiglio di Stato ha proposto, nella

È in corso di svolgimento, al Museo Storico Nazionale d’Artiglieria

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.