Carenza farmaci: in Trentino non si evidenziano particolari criticità

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
salute

Anche in Trentino la disponibilità di alcuni farmaci è attentamente monitorata, ma al momento non si registrano particolari criticità; tanto è vero che è stata proprio l’Unità operativa di Farmacia ospedaliera nord dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari a fornire 15 fiale di mitomicina – il farmaco oncologico per il trattamento dei pazienti affetti da tumore alla vescica – all’ospedale Careggi di Firenze, che nei giorni scorsi ne era rimasto sprovvisto. La Farmacia ospedaliera, che ha comunque scorte sufficienti, ha provveduto a fare un nuovo ordine all’estero del farmaco in questione in modo da mantenere invariati i quantitativi previsti per le scorte.

Il tema della carenza di farmaci esiste, riguarda il nostro ed altri paesi europei, ed è una priorità nell’agenda di Aifa (Agenzia italiana del farmaco), ma resta un fatto il più delle volte isolato e temporaneo, e risolvibile grazie al ricorso a farmaci equivalenti o all’acquisto all’estero.

La temporanea irreperibilità sul mercato nazionale di medicinali indispensabili per la cura di determinate patologie viene monitorata da Aifa sulla base di procedure ben precise. Per “carente” si intende un medicinale non reperibile sul territorio nazionale, a causa della temporanea indisponibilità di un’azienda titolare AIC (autorizzata ad immettere il farmaco in commercio) ad assicurarne un’adeguata fornitura.

Aifa pubblica e aggiorna settimanalmente sul proprio portale istituzionale la “Lista dei farmaci temporaneamente carenti”. Le aziende autorizzate all’immissione in commercio dei farmaci hanno l’obbligo di comunicare tempestivamente le carenze o le cessate commercializzazioni e quando si verifica effettivamente la carenza di un farmaco vengono suggerite le alternative ancora disponibili in commercio e – quando non esistono alternative – viene autorizzato l’acquisto all’estero.

Il Ministero della Salute con Aifa ha avviato nei giorni scorsi un tavolo ad hoc proprio per affrontare la problematica della carenza di farmaci e fornire risposte adeguate. Come sottolineato dalla stessa Aifa, il problema della carenza di farmaci non può comunque essere ridotto puramente alla questione del prezzo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

“Abbiamo un territorio composito, che delle sue tante diversità può

In merito alla crisi migratoria e al Mediterraneo, ho alcune

Un Piemonte attento a tutte le province, più aperto alle

Verranno potenziati, da oggi (primo giugno) e per tutto il

trasporti

Il Ministero dell’Infrastrutture e Trasporti, dopo l’accordo in Conferenza Stato-Regioni,

“Dobbiamo piangere un morto perché finalmente le autorità competenti decidano

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.