Cartabellotta: “È il momento di una stretta rigorosa”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
cartabellotta

Restrizioni più rigorose per contrastare il coronavirus e le sue varianti. Questo è il parere di Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione GIMBE (Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze, espresso nel collegamento con Non è l’Arena, trasmissione condotta da Massimo Giletti su LA7.

Al quesito posto da Giletti “È favorevole al lockdown?”, il medico palermitano ha dichiarato: “Quello che ho detto più volte è che abbiamo ancora un numero di casi attualmente positivi troppo alto. Il concetto non è ‘lockdown sì’ o ‘lockdown no’, ma è quella entità di restrizioni proporzionale a quello che è il livello di circolazione del virus che sia sufficientemente efficace ad abbattere la curva dei contagi e al tempo stesso a controllare varianti più contagiose”.

Detto questo, continua: “Se noi creiamo il ‘partito del lockdown’ e ‘delle non chiusure’, comportiamo ancora una volta una spaccatura all’interno degli esperti”. Secondo Cartabellotta: “il vero problema è la strategia che dobbiamo seguire. Se dobbiamo andare avanti per tutto il 2021 con la strategia stop&go, il sistema a colori delle Regioni modificando i criteri di assegnazione del colore, la durata di permanenza di ciascuna Regione, è una strada. Invece se dobbiamo perseguire una strategia più rigorosa, è evidente che questo è il momento ottimale per una stretta maggiore. Questo è il momento in cui abbiamo una copertura vaccinale minimale, abbiamo una circolazione del virus con imprevisti scarsamente prevedibili come l’impatto delle varianti”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

L’ep sarà disponibile SOLO IN FORMATO DIGITALE dal 20 novembre

“Da tempo seguiamo la questione che riguarda la Funivie Spa

CODACONS: MIGLIAIA DI UTENTI NON HANNO RICEVUTO RIMBORSI A CAUSA

La prestigiosa competizione internazionale ha selezionato l’Amaro Piemontese fra le

L’assessore all’Istruzione e alla formazione professionale, Roberto Lagalla – insieme

I segretari generali di NidiL Cgil Genova Laura Tosetti e

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.