Catalogo Alta formazione, incontro con l’assessore Corigliano

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
corigliano2

L’assessore regionale alla cultura, istruzione e alta formazione Maria Francesca Corigliano ha presieduto un incontro con i rappresentanti degli Atenei calabresi, delle Istituzioni AFAM e delle Associazioni artistiche, musicali e coreutiche e tutto il Partenariato economico e sociale per presentare la manifestazione di interesse per inclusione a catalogo di percorsi di Alta formazione professionalizzante per l’anno accademico 2019-2020.

All’iniziativa, che si è svolta oggi nella sede della Cittadella a Catanzaro, è intervenuta la dirigente regionale del settore alta formazione e università Maria Antonella Cauteruccio. Presente anche la funzionaria del settore Daniela De Vita.

“Ho chiesto alla dirigente Cauteruccio – ha affermato l’assessore Corigliano – di organizzare questo incontro per fare il punto sulle criticità e sulle positività riscontrate dai diretti interessati nella somministrazione del catalogo dell’Alta formazione per fare in modo che tutti i soggetti che partecipano possano poi mettere in campo la progettualità. Inoltre vogliamo offrire l’opportunità di alta formazione, qualificazione e riqualificazione professionale a persone giovani e anche a quelle uscite dal mondo del lavoro che vogliono meglio attrezzarsi nel proprio ambito professionale.

Pertanto l’intento della riunione di oggi – ha evidenziato l’esponente della Giunta Oliverio – è quello di ascoltare direttamente dai partecipanti alla prima finestra del catalogo quelle che sono state le difficoltà riscontrate per meglio adeguare questo strumento, che è alla sua prima progettazione, alle istanze reali non solo di chi partecipa al bando per organizzare le attività ma anche dei potenziali fruitori delle attività stesse. La nostra visione è quella di agevolare la partecipazione delle persone con basso reddito per dare risposte concrete ad istanze di formazione di figure specifiche legate alle peculiarità della nostra terra e anche, più in generale, alle attività artistiche e di istruzione e di formazione e ad altri settori ugualmente importanti”.

L’iniziativa, alla sua seconda edizione, si inserisce nel panorama degli interventi promossi dall’amministrazione regionale per la realizzazione del progetto strategico regionale CalabriAltaFormazione.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Una fila di lenzuoli bianchi stesi a terra con sopra

Il 3 settembre il centro storico di #Parma si vestirà

M5S: DECARO NON SI FACCIA SFUGGIRE QUESTA OPPORTUNITÀ PER LA

La domanda che facciamo più di frequente è “sei online?”

Ondata africana fino a mercoledì, con temperature fino a 33/35°C

Il 31 maggio è stata completata la formazione regionale su

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.