ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Che combinazione!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
giorgio dendi

Alcune sere fa all’Eredità hanno fatto una domanda che mi ha incuriosito: hanno chiesto quale fosse la caratteristica della località polacca di Miejsce Odrzanskie. Preferite sapere le opzioni o andiamo subito alla risposta? Andremo subito alla risposta esatta, poiché non ho memorizzato le proposte sbagliate, in quanto ho voluto subito andar a cercare in rete qualche notizia in più.
Nella località polacca nascono solo femmine: da dieci anni neanche un maschio!
Tutto il paese si è accorto della curiosità, e la stampa è stata informata, le ragazzine sono state fotografate vestite tutte da pompiere e il sindaco propone un premio per i genitori che daranno alla luce il primo maschietto.
Con la mia solita curiosità ho cercato qualche notizia in più, e ho visto che il paese ha in tutto 300 abitanti. Insomma, mentre la notizia che da dieci anni non nasce neppure un maschio è curiosa davvero, il fatto che questo avvenga in un paese di 300 abitanti, con dodici nascite nei dieci anni, fa sì che la cosa sia molto, ma molto possibile. Certo, difficile da credere, ma su tanti paesi, paesini e paesotti che ci sono al mondo, è molto possibile che da qualche parte succeda questa combinazione.
Se in una grande città italiana dovesse succedere che nascano dodici femmine (o dodici maschi) di seguito, neppure ce ne potremmo accorgere: in una grande città ci sono più ospedali, e se in un ospedale nascono tre femmine di seguito, nessuno immagina che nello stesso momento potrebbero esser nate tutte femmine anche negli altri ospedali, e così nessuno farebbe caso alla particolarità.
Ho trovato sul sito worldmeters statistiche e conteggi sulla popolazione mondiale: oggi, mentre preparo l’articolo, siamo 7.771.000.000, e ogni secondo nascono parecchie persone. Sicuramente, con tutte queste nascite, capiterà una sequenza di oltre dieci persone dello stesso sesso nate una dopo l’altro, solo che nessuno se ne può accorgere, perché avvengono in parti diverse del mondo, e non si può tener conto della combinazione.
In fin dei conti, maschio o femmina è una combinazione su due, come rosso o nero al tavolo della roulette, e tante volte è successo che sono capitate anche venti e più sequenze ininterrotte di rosso o di nero. Ovvio, ci sono tantissimi tavoli in tutto il mondo, e da qualche parte in qualche momento può capitare anche un caso inaspettato. Secondo me è molto, ma molto più improbabile che esca lo stesso numero per sei volte di seguito, piuttosto che lo stesso colore venti volte di seguito. Infatti lo stesso colore può uscire venti volte di seguito in un caso su 524.288 (2 elevato alla 19), mentre lo stesso numero esce sei volte di seguito in un caso su 69.343.957 (37 elevato alla 5). Per conoscere la probabilità infatti bisogna calcolare il numero di uscite possibili elevato al numero di estrazioni meno 1.
Quindi, molto difficile che capiti per sei volte di seguito lo stesso numero alla roulette, ma è successo lo scorso novembre al Casinò Mendrisio, quando al tavolo 14 è uscita la sequenza 18 – 18 – 18 – 18 – 18 – 18.
Quindi ok, si son visti dodici fiocchi rosa di seguito nel paese polacco: è curioso, ma non eccezionale.

Giorgio Dendi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

I mitici Seventies, che hanno fatto da culla alla nascita

Oltre 3400 persone sono state arrestate durante la manifestazioni di

Una stangata da 5 miliardi di dollari si abbatte su

L’esito delle politiche affermatesi nel nostro paese in questi ultimi

A Firenze si sta tenendo un esperimento molto interessante. Antonella

omofobia

“Nella battaglia per i diritti il centrosinistra riparta proprio dalla

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.