Chiellini: “Pallone d’Oro? Nel 2018 furto a CR7, decise il Real”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
79917450_10157150797427991_1521957459890012160_n

Giorgio Chiellini grida allo scandalo per la scelta di assegnare il Pallone d’Oro dello scorso anno a Luka Modric e non a Cristiano Ronaldo. Il difensore della Juventus ha sferrato il suo attacco proprio nella serata in cui Leo Messi ha vinto il più prestigioso dei premi individuali per la sesta volta in carriera, mentre CR7 era in Italia per ricevere il premio come miglior giocatore dell’anno della serie A.

“Il vero furto c’è stato l’anno scorso, quando il Real ha deciso di non far vincere il Pallone d’Oro a Cristiano Ronaldo ed è stato davvero strano”, ha detto Chiellini senza tanti giri di parole. Una frase che ha acceso il dibattito anche sui social, dove ovviamente non mancano i commenti ironici. “È scandaloso che Wanda Nara abbia impedito a Maxi Lopez di vincere il Pallone d’Oro”, “Chiellini attacca anche l’Ajax: scandaloso come la scorsa stagione abbia deciso di non far vincere la Champions a Cristiano Ronaldo”, “Quindi se è il Real che decide a chi farli vincere perché ne ha dati 6 a Messi?”, sono alcuni dei commenti che si leggono su twitter.

C’è anche chi si sofferma sulla faccia imbarazzata di Beppe Bergomi, oggi commentatore tv per Sky, mentre Chiellini sgancia la sua bomba. “Comunque, al di là dell’opportunità o meno delle parole di Chiellini e di cosa scateneranno, non riesco a non ridere riguardando la faccia imbarazzatissima di Bergomi alle dichiarazioni di Giorgio. Ha un volto più criptico di quello di Monna Lisa”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Esce oggi, venerdì 6 dicembre, in vinile e in digitale

L’insegnamento obbligatorio dell’educazione civica slitterà presumibilmente al 1° settembre 2020.

FIRENZE – Nessuna ricaduta occupazionale né cambi di contratto: sospiro

Da oltre 30 anni presso l’Istituto provinciale di assistenza all’infanzia

Quali sono le prospettive di sviluppo per il biometano in

MESSINA – Due opere di consolidamento del centro abitato a

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.