CODACONS DENUNCIA GOVERNO ITALIANO E VOLKSWAGEN A 104 PROCURE

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
autostrada

DIESELGATE: CODACONS DENUNCIA GOVERNO ITALIANO E VOLKSWAGEN A 104 PROCURE

PER CONCORSO PER OMISSIONE IN OMICIDIO COLPOSO PLURIMO A CARICO DEI MINISTRI DELL’AMBIENTE, DELLA SALUTE E DELLO SVILUPPO ECONOMICO

IN ITALIA SI CONTINUA A MORIRE PER EFFETTO DELLE EMISSIONI DEI MOTORI DIESEL, DA GOVERNO NESSUNA SANZIONE E NESSUN PROVVEDIMENTO CONTRO CASA AUTOMOBILISTICA TEDESCA

Nuova azione legale del Codacons sul caso Dieselgate. L’associazione presenterà lunedì 24 giugno una nuova denuncia a 104 Procure della Repubblica di tutta Italia contro il Governo italiano (nelle persone dei Ministri dell’Ambiente, della Salute e dello Sviluppo Economico) e contro Volkswagen, per il reato di concorso per omissione in omicidio colposo plurimo, alla luce di un recente studio che ha quantificato i morti in Italia causati dalle emissioni alterate delle automobili diesel. Il nostro paese – ricorda l’associazione – non ha adottato alcuna sanzione nei confronti della casa automobilistica, mentre all’estero (vedi Usa, Germania, India, Spagna, ecc.) i governi e i tribunali hanno severamente punito Volkswagen per le irregolarità commesse. Un immobilismo che ora il Codacons è pronto a contestare dinanzi la magistratura, affinché siano accertate le responsabilità dei Ministeri competenti.

Oltre alla denuncia penale, lunedì l’associazione presenterà una nuova azione risarcitoria riservata alle vittime del Dieselgate e ai proprietari italiani di automobili del gruppo tedesco coinvolte nello scandalo, e diffonderà i dati sulle conseguenze per l’ambiente e per la salute umana derivanti dalle emissioni falsificate delle auto Vw.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Pordenone  – Un’infrastruttura strategica, un hub di eccellenza per la

E’ SOLTANTO L’ENNESIMA ALLUVIONE DI BUROCRAZIA GRILLOPIDINA CHE SI ABBATTERA’

La ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, in accordo con la ministra

Consolidata in questi anni in molti grandi Comuni umbri, che

Tutto è successo quando sono rimasta incinta, perché ho preso

Rai tv? Non cambia mai. Il servizio cosiddetto pubblico dell’informazione

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.