CODICE STRADA, STOP CELLULARE

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
cellulari-

CODICE STRADA, STOP CELLULARE, CODACONS: SIAMO ALL’ASSURDO, VERGOGNA!

CELLULARE ALLA GUIDA SEMPRE PERICOLOSO, ANCHE SE SI CONTROLLA STRADA O SI CONSULTANO SOCIAL NETWORK

PER FORZE DELL’ORDINE IMPOSSIBILE VERIFICARE A CHE SCOPO GUIDATORE USI CELLULARE

Sul divieto dell’uso del cellulare alla guida siamo oramai all’assurdo. Lo afferma il Codacons, commentando le modifiche al divieto di utilizzo del telefonino in auto nell’ambito della riforma del Codice della strada all’esame della commissione Trasporti della Camera.

E’ semplicemente vergognoso affermare che vi siano differenze a seconda del fatto che il cellulare venga usato per parlare o per chattare sui social network – spiega il Codacons – L’utilizzo del telefonino alla guida è sempre pericoloso perché crea distrazione in ogni caso, indipendentemente dal fatto che si invii un messaggio, si risponda ad una telefonata, o si consulti un social network o una mappa stradale. La riforma del Codice della strada, se verranno fissati paletti che limitano i divieti, perderà così qualsiasi utilità, e sarà del tutto impossibile per le forze dell’ordine sanzionare gli automobilisti colti col telefonino in mano, perché non potranno essere accertati i motivi che hanno determinato l’uso del cellulare alla guida.

Pertanto, se sarà prevista nel Codice la possibilità di usare i telefonini per consultare social network e altre app, denunceremo i parlamentari responsabili della norma per attentato alla sicurezza dei trasporti, considerate le pesanti ripercussioni che la misura avrà sul fronte della sicurezza stradale – conclude l’associazione.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Anche per l’annualità 2019/2020, la Giunta Regionale della Lombardia ha

A giugno e luglio segno meno in molte regioni italiane,

La mostra “Costellazioni archeologiche” si inserisce nell’ambito della manifestazione “Borgo

Emanuele Monti (Lega): “Il progetto entra nel vivo” Milano –

Il presidente Marco Cacciatore (M5s) ha illustrato oggi in commissione

Dal 2 giugno al 3 novembre saranno esposte opere dell’universo

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.