Coldiretti Marche, il meteo pazzo fa rispettare il calendario

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
uva eufrasia

Coldiretti Marche, il meteo pazzo fa rispettare il calendario: vendemmia settembrina con meno vino ma cresce la qualità

Una produzione lievemente inferiore rispetto a quella dello scorso anno ma di maggiore qualità. E una vendemmia tradizionale come tempistica a differenza di quelle iniziate a San Lorenzo o a Ferragosto, viste negli anni scorsi. Per le basi spumante si inizierà a raccogliere grappoli nei primi giorni di settembre. È la stima di Coldiretti Marche sulla produzione regionale rispetto a un calo medio nazionale di circa il 10% sullo scorso anno. A far tornare “settembrina” la raccolta ci ha pensato l’anomalo maggio che ha portato sulla regione temperature basse e tanta pioggia. I fenomeni estremi estivi, soprattutto sulla costa, non hanno interessato le aree della regione dove maggiormente si concentrano i vigneti. “In Italia le condizioni attuali – sottolinea Coldiretti – fanno ben sperare per una annata di buona/ottima qualità anche se l’andamento della raccolta dipenderà molto dal resto del mese di agosto e da quello di settembre per confermare le previsioni anche sul piano quantitativo”. La produzione marchigiana è per oltre l’80% destinata a Doc, Docg e Igt, vini a denominazione maggiormente distintivi del territorio e per questo apprezzati sulle tavole estere con le esportazioni 2018 arrivate quasi a 57 milioni e i dati dei primi mesi del 2019 in aumento di quasi il 4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

“E’ la Regione Emilia-Romagna la prima che vuole verità e

PALERMO – Cinque milioni di euro, dalla Regione Siciliana, per

O si condividono i punti del programma 5 stelle, a

Anche il neo-rettore dell’Università degli Studi di Torino, Stefano Geuna,

Approvato in via definitiva dalla Giunta, su proposta dell’assessore regionale

“L’Ue si fa viva solo quando c’è da batter cassa.

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.