CONFTURISMO, CONFERMATE PEGGIORI STIME, PERDITE 100 MLD

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
turismo

CODACONS: BONUS VACANZE SI E’ RIVELATO UN FLOP E NON HA AIUTATO SETTORE, MA ANCHE IMPRESE DEL SETTORE RESPONSABILI DELLA CRISI

ORA SUBITO MISURE PER INCENTIVARE IL TURISMO IN ITALIA E SCONTI TUTTO L’ANNO

I dati diffusi oggi da Confturismo-Confcommercio dimostrano per il Codacons come gli interventi finora attuati dal Governo per sostenere il settore del turismo si siano rivelati fallimentari, e serva una terapia d’urto per salvare migliaia di imprese del comparto.

Prima i voucher come unica forma di rimborso di viaggi e vacanze annullate e poi il bonus vacanze si sono rivelati provvedimenti inadeguati a sostenere il settore del turismo, come dimostrano le stime di Confturismo – spiega il Codacons – Una parte delle responsabilità di tale crisi è da attribuire alle stesse imprese del comparto che, con la complicità del Governo, hanno calpestato i diritti dei consumatori non riconoscendo loro i rimborsi previsti per legge in caso di cancellazione di pacchetti e vacanze, spingendo molti cittadini a non organizzare nuovi viaggi nel 2020. Anche sul fronte del bonus vacanze si sono registrati problemi a non finire che hanno danneggiato lo stesso settore del turismo: l’incentivo è stato infatti accettato solo dal 14% delle strutture ricettive presenti in Italia, ma molti esercenti hanno vincolato la sua fruizione a tetti di spesa minimi e soggiorni lunghi, limitando i diritti dei consumatori e vanificando gli effetti del sussidio, per il quale è stato speso solo l’8% del totale dei fondi stanziato.

Per risollevare le sorti del turismo e di tutto l’indotto è necessario adottare nuove misure per spingere gli italiani a viaggiare nel nostro paese, creando tutto l’anno occasioni per visitare le tante bellezze del territorio attraverso sconti e promozioni non solo su soggiorni, ma anche su escursioni, visite ai musei, noleggi, mezzi di trasporto, ecc., in modo da alimentare il turismo interno e arginare gli effetti devastanti della crisi Covid – aggiunge il Codacons.

Proprio per sostenere il turismo in Italia il Codacons ha avviato una convenzione con i piccoli comuni che vogliono attirare turisti applicando sconti su soggiorni e servizi vari (escursioni, noleggi, stabilimenti, ecc.), ampliando e potenziando di fatto il bonus vacanza, e già molte amministrazioni in tutta Italia hanno mostrato interesse per l’iniziativa. Tutti i comuni che vogliono aderire alla convenzione possono inviare una mail all’indirizzo info@codacons.it

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

”Gli impianti di rifornimento carburanti cominceranno a chiudere: da mercoledì

Donald Trump è un truffatore. Quello che sta mettendo in

Non dite a un tedesco di rinunciare al cash, ma

PAY-TV PIRATA, DENUNCIATI 223 CLIENTI, CODACONS: BENE OPERAZIONE, PIRATERIA PORTA

CONTE SI TOGLIE LA MASCHERINA: COL PREZZO POLITICO IMPRESE IN

“Oggi il sindaco De Magistris non ci risparmia l’ennesima intervista

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.