Coronavirus, la crisi economica impatta sulle ferie: il 58% degli italiani non andrà in vacanza

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
vacanze

Oltre a quella sanitaria, inizia a frasi sentire sempre di più la crisi economica causata dal coronavirus. E i contraccolpi più evidenti li subisce il turismo: secondo Noto Sondaggi per Il Sole 24 Ore, infatti, quest’estate resteranno a casa 6 italiani su 10. Niente vacanze per il 58% degli intervistati a causa delle difficoltà finanziare legate alla pandemia. L’11%, inoltre, afferma di avere già consumato tutti i risparmi e di non poter più attingere a fondi personali.

I conti degli italiani – Il lockdown prima e la ripartenza condizionata dall’incertezza e da un’emergenza sanitaria non ancora del tutto superata, si fanno sentire sui conti degli italiani, a questo punto sempre più in sofferenza. Hanno dichiarato di non aver subito particolari variazioni soltano 4 percettori di reddito su 10 mentre il 16% ha già dovuto fare i conti con un mancato ricavo pari alla metà rispetto a quello pre-pandemia. Il 20% inoltre ha visto ridurre i propri guadagni del 30%.

Spese mediche e alimenti – Numeri pesanti che portano il 32% a temere di non poter sostenere spese mediche e il 34% a dover ridurre gli acquisti non alimentari (mentre il 20% già dichiara di consumare meno cibo rispetto a pirma). In questo quadro, le spese non di prima necessità sono le prime, dunque, a essere messe da parte. E in questo periodo il riferimento è sicuramente alle ferie.

Addio vacanze – A frenare il turismo non ci sono solo le misure anti-Covid o i timori di nuovi possibili lockdown ma soprattutto le difficoltà economiche. Il 26% afferma che trascorrerà almeno una notte fuori casa tra luglio e settembre (lo scorso anno era stato il 40% a dormire fuori almeno una notte). Il 58%, invece, rinuncia del tutto alle vacanze: nel 37% dei casi per motivi legati alla mancanza di denaro e nel 29% dei casi per timori dovuti alla situazione sanitaria.

I risparmi personali – Stime che non sorprendono se si pensa che l’11% degli italiani ha dichiarato di aver già esaurito le riserve personali mentre il 5% ne ha ancora per un mese e il 12% per altri due: questo significa che quasi un italiano su tre avrà dato fondo ai risparmi personali entro la fine di agosto.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

14 giorni 11 notti 1° GIORNO: Partenza dall’Italia – Windhoek

Gli auguri del presidente Ceriscioli per il nuovo anno scolastico:

L’Arpa Campania sta effettuando monitoraggi specifici in seguito all’incendio che

Anche per l’edizione 2020 di ComuniCiclabili FIAB #Grado ottiene il

“Una sciagura nazionale alla quale i contemporanei non attribuirono, per

Casini: “Siete un modello per le Marche, un esempio per

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.