Coronavirus, Mel Gibson ricoverato per una settimana

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
69565164_1331650726989836_3666276653295730688_n

L’attore Mel Gibson è stato ricoverato ad aprile per coronavirus. Gibson, che ha 64 anni, è stato portato in una struttura medica a Los Angeles dopo aver accusato i sintomi del Covid ed essere risultato positivo, ma si è ripreso completamente dopo essere stato trattato con un farmaco antivirale. Lo ha confermato il suo portavoce: “È risultato positivo in aprile e ha trascorso una settimana in ospedale. È stato trattato con il farmaco Remdesivir, mentre era in ospedale. Più avanti è risultato negativo numerose volte e positivo al test per gli anticorpi”, ha detto.

Sono numerose le star che hanno combattuto contro il coronavirus, tra cui Idris Elba, Tom Hanks e sua moglie Rita Wilson, Olga Kurylenko, Pink, Kristofer Hivju, Andy Cohen e Daniel Dae Kim. Alcune non ce l’hanno fatta, come la star di Broadway Nick Cordero e il frontman dei Fountains of Wayne Adam

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Da materiale di scarto a contenitori colorati che accoglieranno rifiuti

“Trovo intollerabile lo sdoganamento del linguaggio violento”. Così Lilli Gruber,

FINALMENTE A BREVE INIZIERANNO LE BONIFICHE, CON IL MINISTERO DELL’AMBIENTE

Martedì 11 giugno alle ore 18.00 nell’aula Nievo del palazzo

DIESELGATE: CODACONS DENUNCIA GOVERNO ITALIANO E VOLKSWAGEN A 104 PROCURE

Ringrazio tutti coloro che nelle ultime ore mi hanno dedicato

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.