ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Coronavirus, morti record a New York

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
Times Square, New York, United States

Giornata nera per New York, dove si è registrato il maggior numero di morti per Covid-19, ma si è tirato un sospiro di sollievo per quanto riguarda i nuovi ricoveri, in calo. Ciò significa che le misure di distanziamento sociale adottate negli Stati Uniti stanno funzionando, ha detto il virologo Antony Fauci, a capo della task force della Casa Bianca contro il coronavirus. ”Quello che stiamo facendo sta funzionando. Per quanto riguarda i morti è stata una brutta settimana. In effetti ogni giorno sembra registrare un record nel numero dei morti se paragonato al giorno precedente”, ha detto Fauci. ”Nello stesso tempo in cui vediamo un aumento di morti, vediamo anche una notevole diminuzione tra chi necessità di essere ricoverato”, ha aggiunto.

Negli Stati Uniti circa il 95% dei cittadini si è fermato nel tentativo di contenere la pandemia di coronavirus. Lo Stato di New York ha registrato 799 morti in più, arrivando così a un totale di oltre settemila vittime. Un bilancio che il governatore Andrew Cuomo ha definito “scioccante e doloroso”. A dare speranza, ha confermato, il fatto che i nuovi ricoveri in ospedale giornalieri sono al “numero più basso che abbiamo avuto da quando è iniziato questo incubo”, ha detto Cuomo. Anche lui convinto che il distanziamento sociale “gli sforzi stanno funzionando meglio di quanto previsto”.
Prossimo video: Coronavirus, sale a 100 il numero di medici morti

In California, il governatore Newsom ha affermato che i tassi di ricovero sono scesi dell’1,9%, parlando così di uno sviluppo “incoraggiante”. Il governatore della Louisiana John Bel Edwards ha dichiarato che gli sforzi di mitigazione stanno iniziando a “ripagare” nel suo stato, che ha riportato oltre 18.200 casi. “Consiglio a tutti di capire che i numeri continueranno a crescere in una direzione favorevole solo finché lo Stato della Louisiana continuerà a rispettare l’ordine di residenza, il distanziamento sociale e le pratiche igieniche di cui abbiamo parlato”, ha detto Bel Edwards.

Negli Stati Uniti si sono finora registrati 456.400 casi confermati di coronavirus e oltre 16.400 decessi, secondo i dati della Johns Hopkins University.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Accade che “il business dei rifiuti è più remunerativo dello

“Sostegno economico a popolazione lucana che versa in stato di

Il freddo ha causato un aumento dei contagi L’influenza prosegue

Gira che ti rigira, sempre al solito punto si torna:

viola

Da circa un anno ripeto che il contagio si verifica

A 10 GIORNI DALL’AVVIO DELLA SECONDA ‘MISURA URGENTE DI SOLIDARIETÀ

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.