Coronavirus, Rizzotti (FI): Governo tuteli indistintamente tutti medici

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
rizzotti

“Il governo non finisce mai di stupirci negativamente. E ancora una volta a farne le spese sono i medici e gli operatori sanitari. Gli stessi che dall’inizio della pandemia premier e ministri continuano ad elogiare con le parole, ma senza far seguire azioni concrete. Così medici e professionisti sanitari non dipendenti pubblici, che si sono sottoposti al tampone spontaneamente e con grande senso di responsabilità e che sono purtroppo risultati positivi al Covid19, per il periodo di quarantena non hanno potuto svolgere la loro attività e non hanno nemmeno percepito alcun sostegno economico.

Questo non accade invece per i professionisti sanitari pubblici per i quali viene riconosciuto il rischio contagio come rischio lavorativo e percepiscono giustamente indennità, malattia e stipendio. Il governo non può applicare il criterio dei due pesi e due misure, a maggior ragione a una categoria di professionisti che in questo periodo di emergenza ha lavorato su tutto il territorio con grande spirito di abnegazione, altruismo e sacrificio e rischiando quotidianamente la propria vita. Presenterò un’interrogazione al ministro Speranza per chiedere conto di una scelta incomprensibile e vergognosa. Di fronte ad un evento pandemico è indispensabile che tutte le professioni sanitarie accedano agli stessi diritti e alle stesse tutele. Escluderne alcune non è degno di un Paese civile”.

Lo dichiara Maria Rizzotti, vicepresidente dei senatori di Forza Italia.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

E poi c’è bisogno di aiutare i medici e il

“Con la proroga fino al 2022 della struttura del Grande

Secondo i dati Istat più recenti, le imprese a controllo

Dopo un 2019 chiuso in forte rallentamento, il 2020 è

“Il fumo di sigaretta incide sulle emissioni inquinanti e lo

In vista della mobilitazione di domani, Cisl siciliana e Cisl

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.