Coronavirus, Tokyo verso stato emergenza dopo balzo casi: 463 Governatrice pronta a dichiarare la misura

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
116434293_10219445955033375_3943121936292711048_o

La governatrice di Tokyo, Yuriko Koike, ha avvertito che la capitale potrebbe dichiarare lo stato di emergenza se la situazione dei contagi da coronavirus dovesse peggiorare, dopo che sono stati registrati 463 casi in un solo giorno.

“Se la situazione peggiorerà, Tokyo dovrà valutare la possibilità di dichiarare uno stato di emergenza”, ha dichiarato all’indomani della richiesta a bar, ristoranti e sale karaoke di chiudere prima, alle 22:00, fino alla fine di agosto. Il record di infezioni registrato nelle ultime 24 ore, segue il dato di ieri, 367 nuovi casi.

Dalla fine di maggio, quando è stato cancellato lo stato di emergenza nazionale i contagi sono nuovamente aumentati in particolare nelle zone legate ai locali della movida: il 60% dei casi sono concentrati nella fascia di età tra i 20 e i 30. A Tokyo si contanto oltre 12mila infezioni, la metà soltanto nell’ultimo mese. In Giappone i casi sono oltre 35.461.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Roma – «Torniamo nuovamente a sollecitare il Ministro Di Maio

Quasi 14mila strutture ricettive fantasma e 20 milioni di presenze

“Fausto Coppi, la grandezza del mito e il ciclismo a

Da quando siamo al Governo, a dispetto della narrazione distorta

Bebe Vio trionfa ancora nella Coppa del mondo di scherma

CODACONS: PESSIMA NOTIZIA, EROSO POTERE D’ACQUISTO. COSI’ CONSUMI NON RIPARTONO

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.