ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Covid-19, Casa: Regione aumenta sostegno per affitto a libero mercato

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
case-popolar

Bolognini: 23 milioni per famiglie che hanno bisogno d’aiuto per pagare il canone

Da Regione Lombardia un aiuto a pagare il canone a libero mercato. “Sono 23 i milioni di euro con cui Regione conferma e aumenta il suo sostegno alle famiglie che, a causa dell’epidemia da coronavirus, si sono trovate in difficoltà nel pagare la pigione con regolarità”. Lo sottolinea Stefano Bolognini, assessore regionale alle Politiche sociali, abitative e Disabilità, nell’illustrare l’essenza del provvedimento approvato dalla Giunta. “Si tratta di una misura che punta a supportare chi ha subito una ‘caduta’ improvvisa e significativa di reddito a causa dell’emergenza, in molti casi anche per la perdita del lavoro legata al ‘lockdown‘”.
Già approvate misure specifiche per oltre 43 milioni di euro

“Queste risorse – spiega Bolognini – si sommano agli oltre 20 milioni di euro messi a disposizione con i provvedimenti approvati dalla Giunta lo scorso marzo. Si tratta di denaro che potrà essere destinato anche alle famiglie che hanno già presentato la domanda di contributo e sono attualmente in graduatoria, in attesa per esaurimento delle risorse”.
Invito ai comuni per procedure rapide

“Il provvedimento – illustra l’assessore -, prevede due raggi d’azione. Da una parte, dal Fondo nazionale politiche per l’abitare, si destinano 9,7 milioni di euro a iniziative dedicate a sostenere inquilini in difficoltà nel pagare l’affitto. La misura è rivolta a chi ha un indicatore ISEE non superiore a 26.000 euro. In pratica sono proposte le medesime indicazioni e finalità di utilizzo dei fondi già assegnati a marzo. In questo quadro ribadiamo l’invito ai comuni a svolgere procedure rapide per assegnare celermente le risorse ai cittadini e alle famiglie che ne hanno bisogno”.
Un sostegno importante ai morosi incolpevoli

“In secondo luogo – prosegue Bolognini -, con questo provvedimento si intende consentire la riprogrammazione di ulteriori 13 milioni di euro di risorse residue del Fondo inquilini morosi incolpevoli 2019. Si tratta di somme già assegnate e trasferite ai Comuni ad alta tensione abitativa. Ora, potranno essere utilizzate anche per sostenere gli inquilini in difficoltà nel pagare l’affitto a causa dell’emergenza Covid-19″.
Da Lombardia aiuto concreto per chi è in difficoltà a pagare l’affitto

“Sappiamo – conclude Bolognini – che i problemi causati dalla pandemia non sono e non saranno solo di carattere sanitario. Quelli sociali ed economici rivestono un’importanza primaria. Con questo provvedimento diamo una risposta concreta alle famiglie lombarde che hanno bisogno di un sostegno vero in questo momento difficile. Chiediamo già da ora al Governo di impegnarsi, il più velocemente possibile, per dotare i territori di ulteriori sostegni e misure per le tante persone che hanno perso o potrebbero perdere il proprio lavoro per la pandemia. E che, proprio per questo, potrebbero ritrovarsi in difficoltà nel pagare l’affitto e le spese della propria casa”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

#iovorreistareacasa è la campagna lanciata da Binario95, il centro di

morti

Una strage silenziosa, sporcata dalla colpevole disattenzione (nel migliore dei

«Mi dispiace che Carfagna, Brunetta e chi era assente in

galli

A Cartabianca, il talk di approfondimento politico condotto da Bianca

Su un’eventuale diminuzione a 10 giorni della durata della quarantena

spirli

In Calabria sono sospese tutte le attività scolastiche di ogni

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.