Covid Usa, l’allarme di Fauci: “Aumento casi in altri 4 stati”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
fauci

Il fronte della diffusione del coronavirus si potrebbe allargare ad altri stati americani. E’ l’allarme lanciato da Anthony Fauci che, in un’intervista a Abc News, ha esortato i governatori di Ohio, Tennessee, Kentucky e Indiana di adottare misure per controllare il virus.

Il direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases infatti ha sottolineato come, dopo “l’allarmante” impennata di casi di Covid in Florida, Texas, California ed Arizona, ora gli esperti si stanno concentrando su “un gruppo di altri stati” dove si sta registrando un, ancora contenuto, aumento della percentuale dei positivi. Questo, ha continuato il virologo, “è un segnale certo che ci si potrebbe trovare negli stessi problemi in cui si sono trovati gli stati del Sud” che ora sono l’epicentro dell’epidemia. Fauci ha spiegato che, insieme a Deborah Birx, la coordinatrice della task force della Casa Bianca, ha avuto nei giorni scorsi dei colloqui con i governatori di questi stati per esortarli a rafforzare le misure di prevenzione.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Complimenti a SMI (Sindacato Medici Italiani) per aver creduto fino

La conduttrice del popolare programma mattutino, Serena Bortone, lo ha

Una buona notizia, che sicuramente avrà ricadute positive sui servizi

“Applichiamo il ‘Daspo’ anche per chi occupa abusivamente le case

Con un messaggio pubblicato sul proprio portale l’INPS comunica che,

FIRENZE – La Toscana ricorda quella bomba, sotto la storica

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.