Cubo clima in Piazza Magnago, campagna sul CO2

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
1050180__no-name_

Un cubo CO2 gigantesco, della misura di 8 metri circa, al centro della piazza Silvius Magnago a Bolzano. Non si tratta di un’iniziativa per i turisti legata all’imminente arrivo del Natale, bensì di una campagna di sensibilizzazione, ideata dall’Agenzia Casaclima, per mostrare da vicino il volume di una tonnellata di gas serra dannoso per il clima. L’arte contemporanea prende dunque spunto per affrontare la delicata tematica del riscaldamento globale. Le dimensioni della struttura mobile, infatti, rappresentano l’equivalente di una tonnellata di anidride carbonica. Il cubo rimarrà installato fino a venerdì 29 novembre e vuole rappresentare una forte azione dimostrativa legata al tema del CO2, il gas serra più impattante per il clima, con oltre 37 miliardi di tonnellate emesse in tutto il mondo nel 2018, il 2,7% in più rispetto all’anno precedente. “Il cambiamento climatico riguarda tutti noi – ha sottolineato il presidente Arno Kompatscher – e dobbiamo intervenire subito modificando il nostro stile di vita. Ciò non significa, però, ridurre la qualità di vità, bensì migliorarla”.

Pannelli per misurare la propria impronta di CO2

Accanto al cubo esposto saranno sistemati due pannelli statici, con il codice QR da scaricare sul proprio telefono cellulare, per permettere ai visitatori di calcolare, in autonomia, la propria impronta di CO2. “In media, ogni altoatesino emette poco meno di 7,4 tonnellate di CO2 all’anno, ma solo pochissimi di noi possono davvero pensarlo, perché la CO2 è incolore e inodore e sfugge alla percezione sensoriale diretta – spiega il direttore generale dell’Agenzia CasaClima Ulrich Santa – vogliamo rendere la nostra impronta di carbonio più tangibile e più consapevole, nonché le possibilità di azione che ci vengono offerte quotidianamente”.

Contributo di tutti alla tutela del clima

L’appello alla popolazione e ai curiosi che potranno ammirare questo gigantesco cubo è chiaro: provare a mutare il proprio comportamento e le abitudini di tutti i giorni per diminuire i bisogni energetici e le loro emissioni, dovuti alla soddisfazione e al comportamento di consumo sempre più dispendioso in termini di risorse. “Attualmente stiamo ridisegnando il nostro piano per il clima con l’obiettivo ambizioso di ridurre le emissioni di CO2 a meno di 1,5 tonnellate l’anno entro il 2050 – spiega l’assessore Giuliano Vettorato – anche un’azione come questa deve portare le persone sulla strada verso il KlimaLand Alto Adige: ognuno di noi può dare un contributo non trascurabile alla protezione del clima mettendo in discussione criticamente il proprio comportamento di consumatore”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

“Questo governo ha isolato l’Italia dal resto d’Europa ed è

Noi italiani non sappiamo proprio rinunciare alla tazzina di caffè

“Il rinnovo automatico delle concessioni demaniali per 15 anni ai

Santa Messa nella Basilica di San Pietro per la 93.ma

Roberto Gualtieri, nel tentativo di difendere il Presidente del Consiglio

PATENTE, CODACONS: RETROATTIVITA’ E’ FAKE NEWS, NON POTRA’ ESSERE APPLICATA

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.