Cuperlo: “Mai detto Conte o la morte, serve un’analisi seria su ciò che abbiamo costruito nella precedente esperienza di governo”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
cuperlo

“Non abbiamo mai detto Conte o morte. Abbiamo però, certamente, tentato di salvaguardare quell’iniziativa e quella esperienza di governo, perché eravamo consapevoli degli errore dei limiti, ma quel governo ha affrontato quindici mesi con la giusta determinazione e con risultati positivi. Non è andata così”.

Lo dice Gianni Cuperlo, membro della Direzione Nazionale del Partito Democratico, a Omnibus.

“Il governo Draghi è intervenuto per mettere in sicurezza il Paese – prosegue -, con una maggioranza anomala. Non era ciò che avevamo richiesto, non era ciò che volevamo, ma ancora una volta abbiamo dato una risposta positiva all’appello solenne del Capo dello Stato – sottolinea. Non penso che i problemi del Partito Democratico siano esclusivamente legati a ciò che è accaduto nell’ultimo mese nel mondo politico – aggiunge -, sono questioni che hanno a che vedere con le radici di questo progetto. A questo punto, un’analisi seria sui limiti dell’esperienza di governo che abbiamo costruito credo vada fatta” conclude.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Stefania Craxi, senatrice di Forza Italia, è intervenuta ai microfoni

I consumi di vino in Italia scontano gli effetti della

La caduta del Pil nel primo trimestre rilevata dall’Istat e

“I miei viaggi sono legittimi, la mia dichiarazione dei redditi

Lo hanno chiamato l’accordo del secolo, ma è solo un

A gennaio 2020 è stabile al 9,8% il tasso di

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.