ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Da green school a green society, Cattaneo: priorità è l’educazione

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
ambiente-

Transizione energetica ed economia circolare i temi del futuro
L’assessore: perdita biodiversità è l’altra sfida da affrontare

Ambiente, priorità è l’educazione. L’assessore all’Ambiente e Clima di Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, ha partecipato giovedì 11 marzo al convegno ‘Dalle Green School alla Green Society – Esperienze virtuose e buone pratiche per la riduzione dei rifiuti e dei consumi energetici’. L’assessore ha sostenuto tra l’altro che “il passaggio dalla Green School alla Green society è innanzitutto un passaggio di tipo culturale”.
Educazione ambientale azione prioritaria

“Regione Lombardia – ha spiegato – supporta il progetto ‘Green School’ perché l’educazione ambientale rientra tra le azioni ambientali prioritarie. Regione la promuove attraverso diversi canali e iniziative, col fine di favorire una condivisione tra soggetti attivi e orientare lo sviluppo delle attività educative”.
Ambiente significa natura, cultura e relazione

“Ambiente – ha aggiunto Cattaneo – significa ‘tutto quello che ci circonda’. Quindi non solo la dimensione naturale, ma anche quelle culturale e relazionale che riguardano tutti. Per fare questo dobbiamo affrontare tre temi che sono fondamentali nei prossimi decenni. Docenti e studenti, infatti, sono e saranno protagonisti di un cambiamento epocale che ha un orizzonte temporale che guarda al 2050”.
I temi del futuro: transizione energetica

“Il primo argomento – ha detto l’assessore all’Ambiente – riguarda la transizione energetica verso le fonti rinnovabili e la decarbonizzazione dell’economia, per contrastare i cambiamenti climatici. Questo sarà un cambiamento stravolgente, se si pensa che oggi solo il 17% dei consumi finali di energia viene da fonti rinnovabili. Arrivare al 100% in 30 anni sarà una rivoluzione straordinaria, che riguarderà non solo l’ambiente, ma anche l’economia, la società e i nostri comportamenti individuali”.
Economia circolare, niente più rifiuti

“Il secondo tema – ha affermato Cattaneo – è quello dell’economia circolare. Significa: guardare tutto come una risorsa ed eliminando la parola rifiuto dal vocabolario. Vuol dire pensare ai prodotti e ai processi produttivi in modo diverso, e riutilizzare ogni cosa come una risorsa da rendere disponibile idealmente all’infinito”.
Perdità di biodiversità, conseguenze imprevedibili

“Il terzo argomento – ha approfondito l’assessore – è la perdita di biodiversità. Si tratta di un tema meno noto, ma che anche secondo l’Agenzia europea per l’ambiente è quello che può determinare gli impatti più gravi nel futuro. Se l’uomo infatti perdesse il rapporto corretto con la natura le sue conseguenze potrebbero essere imprevedibili”.

“Su queste tre sfide – ha concluso Raffaele Cattaneo – serve il contributo di tutti. Esse possono contribuire al cambiare il comportamento di ciascuno di noi, grazie all’educazione ambientale e a iniziative come quella del convegno di Green School”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

In quasi la metà delle famiglie italiane (48%) c’è chi

finanza

La guardia di finanza ha arrestato 32 persone tra Brescia,

polizia

E non solo perché fuori c’è il sole, ma anche

Grazie al Protocollo d’intesa siglato tra il Comune di Napoli

FIRENZE – Prima o poi l’emergenza finirà e – spoiler

migranti

Cirio dice “basta migranti in Piemonte” per motivi di sicurezza

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.