DATI ISTAT: SIAMO SU STRADA GIUSTA, ORA SALARIO MINIMO

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
romagnoli

“Il Decreto Dignità riduce i posti di lavoro”, “Il Reddito di cittadinanza è un flop”, “Quota 100 un’idea sbagliata”.

Quante scempiaggini abbiamo sentito e letto in questo primo anno di Governo? Tantissime ed evidentemente false e strumentali!

Tutte smentite dai dati diramati oggi dall’ISTAT, che dicono che le misure che abbiamo messo in campo hanno funzionato portando il mercato del lavoro a livelli mai visti prima.

Infatti, il tasso di disoccupazione è il più basso da sette anni a questa parte, mentre quello d’occupazione è il più alto da quando sono iniziate le serie storiche (1977).

Anche la disoccupazione giovanile è in calo dello 0,7%, uno stimolo in più per proseguire lungo la strada che abbiamo tracciato dando certezze a giovani e meno giovani.

Abbiamo dimostrato a tutti, in primis a quelli che hanno pontificato il contrario, che si può coniugare crescita dell’occupazione con i diritti dei lavoratori.

Adesso avanti con il salario minimo per dire ‘basta’ a cittadini che guadagnano 3/4 euro all’ora.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

La Brexit può diventare il cavallo di Troia per l’arrivo

MERCOLEDÌ 26 GIUGNO 2019 h. 10:30 CONI Comitato regionale Sardegna–

(come riportato su Le Strade dell’Informazione) “Bisogna ridisegnare i corridoi

Siamo arrivati e tutto è al suo posto; sarà un

VENGANO A VEDERE STATO DI ABBANDONO DELL’OSPEDALE DI RIFERIMENTO REGIONALE

“La presenza di Greta al Parlamento Europeo è un monito

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.